Mourinho: “I paparazzi non han fatto un gran lavoro” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Dicembre 2015 11:48 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2015 11:48
José Mourinho (foto Ansa)

José Mourinho (foto Ansa)

ROMA – Josè Mourinho ironizza sul presunto scoop di alcuni paparazzi inglesi, che hanno pizzicato 3 calciatori del Chelsea in un night club: “Ne hanno beccati tre su 25 che erano all’interno, direi che non hanno fatto un gran lavoro” dichiara precisando che tutto lo staff era a conoscenza dell’uscita dei ragazzi, concordata assieme al manager portoghese. “Evidentemente devono aver avuto un problema con le memory card…”. Continua intanto il momento no del Chelsea e di José Mourinho.

Il 5 dicembre 2015 passerà alla storia come il punto più basso della storia di José Mourinho alla guida del Chelsea: la sconfitta con il Bournemouth, una neopromossa in piena lotta per non retrocedere, è un disastro senza precedenti. Il gol di Murray all’82’ punisce una squadra senza anima, ma in compenso piena di casi, ultimo della serie Diego Costa, lasciato in panchina ed inserito da Mourinho solo nell’intervallo. Lo spagnolo non riesce però a ritrovare il gol perduto e l’unica cosa da ricordare è l’ennesima ammonizione per gioco scorretto. l Bournemouth trova il gol all’82’, sugli sviluppi di un’azione di calcio d’angolo: Murray infila Courtois, tornato in campo dopo il lungo stop per l’infortunio al ginocchio. Mourinho gioca la doppia carta Remy-Traoré, ma è il Bournemouth a sfiorare il 2-0. Pillola statistica: dal 2001, dal k.o. con il Charlton, il Chelsea non perdeva in casa con una neopromossa. Mourinho rientra negli spogliatoi con l’aria stravolta. Il 14 dicembre il Chelsea giocherà a Leicester: la squadra di Ranieri ha doppiato con il 3-0 a Swansea i Blues, fermi a quota 15. Incredibile, ma vero.