Sport

Sputa ad arbitro durante la partita: calciatore squalificato fino al 2018

Sputa ad arbitro durante la partita: calciatore squalificato fino al 2018

Sputa ad arbitro durante la partita: calciatore squalificato fino al 2018

VIAREGGIO – Sputa all’arbitro durante la partita: calciatore squalificato fino al 20 giugno 2018. La maxi-sanzione ha colpito un giocatore dello Sporting Forte dei Marmi in Terza categoria. Ma secondo il presidente della società, Alfredo Barbini, il direttore di gara avrebbe confuso l’autore del gesto, squalificando la persona sbagliata.

Il gesto è stato commesso durante la partita di sabato 17 dicembre a Massa Macinaia (Lucca) vinta dai fortemarmini per 2-1. Per quello sputo l’arbitro ha squalificato Marco Tarabella, ma, scrive Il Tirreno, non sarebbe lui il responsabile. Nel bollettino ufficiale della Figc viene riportato:

“Espulso dopo essere stato sostituito per avere spintonato un avversario, offendeva gli avversari. Dopo l’espulsione si avvicinava al direttore di gara con fare minaccioso offendendolo, di poi gli sputava ripetutamente colpendolo in faccia. E’ stato allontanato per l’intervento dei compagni e nell’uscire dal terreno di gioco reiterava le offese”.

Il presidente della società, Barbini, ha condannato il gesto del suo giocatore, ma allo stesso tempo ha affermato che l’arbitro ha sbagliato persona.

“Protagonista dell’episodio è stato Lorenzo Lorenzoni e non Tarabella – dice – il gesto che ha commesso va censurato, ma l’arbitro ha sbagliato persona. Presenteremo immediato ricorso, come pure chiederemo una riduzione della squalifica”.

To Top