Torino, un positivo al coronavirus: annullate le amichevoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Settembre 2020 17:38 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2020 17:38
Torino, un positivo al coronavirus: annullate amichevoli

Torino, un positivo al coronavirus: annullate le amichevoli (foto Ansa)

Torino, un componente dello staff positivo al coronavirus: annullate le amichevoli precampionato.

Il Torino ha annullato tutte le amichevoli precampionato perché un componente del suo staff è risultato positivo al coronavirus.

La nota della società granata:

“In seguito ai tamponi di routine – come da protocollo anti-Covid richiesto dalla Figc – è stato riscontrato un caso di positività in un componente dello staff”.

Questo componente dello staff è stato messo in isolamento ed è monitorato di continuo dallo staff medico del club granata. Resterà in isolamento fino alla completa guarigione.

Le dichiarazioni di Cairo all’uscita dell’assemblea di Lega.

 “Nelle prime due giornate di campionato mi sembra di capire non sarà possibile riaprire gli stadi ai tifosi, ma poi spero che ogni partita possa essere quella buona per riaprire gli impianti, in maniera prudente con numero limitato”.

Lo ha detto il presidente del Torino Urbano Cairo, all’uscita dall’assemblea di Lega.

    “Noi pensiamo che possa essere una buona cosa tornare a riaccogliere i tifosi negli stadi. Anche perché è possibile per i singoli eventi, non vedo perché non sia possibile in campionato – ha aggiunto -. Poi ci sarà da capire in quanti potranno entrare. Però permettere ai tifosi di rientrare negli impianti, con grande atteggiamento di sicurezza, sarebbe giusto”.

 “Via libera ai fondi? È stata una buonissima decisione, un cambiamento importante ed epocale che valorizzerà molto di più il calcio italiano. Credo che decideremo nelle prossime due-tre settimane chi sarà il fondo di private equity che ci accompagnerà, l’agenda è fitta e veloce”.

     
    “È stato dato un bel segnale di unità, perché è nell’interesse della Serie A fare una scelta di questo genere, delegando la gestione a manager competenti che saranno scelto dal fondo di private equity – ha aggiunto -.

È un successo di Dal Pino? Sicuramente, ha introdotto alcuni elementi di novità, ha esperienza e competenza notevoli e sta crescendo anche dal punto di vista della competenza sugli argomenti calcistici”.
    (fonte ANSA).