Io sono tempesta, su Rai Tre il film di Daniele Lucchetti con Marco Giallini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Gennaio 2020 21:35 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2020 9:19
Marco Giallini, Ansa

Marco Giallini (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Questa sera, alle 21, 20, su Rai Tre andrà in onda il film di Daniele Lucchetti “Io sono Tempesta”.

Il film, uscito nel 2018, ha come protagonisti Marco Giallini, Elio Germano e Eleonora Danco.

Nel cast anche Jo Sung, Francesco Gheghi, Carlo Bigini, Marcello Fonte, Franco Boccuccia, Paola Da Grava, Federica Santoro, Pamela Brown.

Cupo e intrigante flash sul malcostume che impera nelle retrovie della politica, il cameo in cui appare Antonio Buttazzo, avvocato penalista di prima grandezza con secondaria attività teatrale di successo.

La trama (MyMovies): “Il finanziere Numa Tempesta sta per avviare un grande progetto immobiliare in Kazakistan. Ma proprio al momento di chiudere le trattative con gli investitori internazionali i suoi avvocati lo informano che dovrà scontare una condanna per frode fiscale: non in carcere, che gli avvocati sono riusciti ad evitargli, ma prestando servizi sociali presso un centro di accoglienza. Passaporto e cellulare gli vengono ritirati da Angela, che gestisce il centro, e Numa è adibito a vari compiti di assistenza – compreso quello di tenere puliti i bagni comuni. La parabola di Tempesta è dichiaratamente ispirata a quella di Silvio Berlusconi, ma lo sviluppo del personaggio ha più a vedere con la commedia all’italiana che con l’attualità politica (anche se nella realtà spesso le due si sovrappongono)”.

Marco Giallini: “Non ho niente in comune con Tempesta a parte…”

“Non ho niente in comune con Tempesta – ha detto Giallini scherzando sul personaggio del film – a parte l’altezza e il fisico. Io non commetterei neanche la metà della metà delle sue nefandezze, non ne sarei proprio capace. Ma sono io che l’ho portato in scena, e dunque durante le riprese ho dovuto sospendere qualsiasi giudizio morale sul suo conto. Se mi è simpatico? Diciamo che mi diverte. È una personalità forte, carismatica, uno di quelli che muovono il mondo, e si ritrova allo stesso livello dei frequentatori del centro di accoglienza, anzi peggio, perché gli tocca pulire i cessi del centro”.

Fonte: MyMovies.