Leo Gassmann a Vieni da Me: “Ho scritto una canzone per una fan che ha subito maltrattamenti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2020 14:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2020 14:47
Leo Gassmann a Vieni da Me: "Ho scritto una canzone per una fan che ha subito maltrattamenti"

Leo Gassmann a Vieni da Me: “Ho scritto una canzone per una fan che ha subito maltrattamenti”

ROMA – Leo Gassmann è stato ospite a Vieni da Me, nel salotto pomeridiano di Rai 1 condotto da Caterina Balivo. Intervistato a Vieni da Me, il giovane cantante vincitore nella sezione Nuove Proposte a Sanremo, ha raccontato della sua vita privata e professionale.

Si parte dalla canzone intitolata come il programma dove è ospite: “E’ l’unica canzone che ho scritto per una fan. Io interagisco molto con loro e una volta gli avevo chiesto ti raccontarmi le loro paure. Così una ragazza mi ha raccontato dei maltrattamenti quotidiani che subiva dal proprio ragazzo e così ho deciso di scrivere questa canzone anche per trattare il tema sulla violenza sulle donne”.

Leo racconta l’emozione di quando Amadeus gli ha comunicato che avrebbe preso parte alla kermesse: “E’ stato sempre un grande sogno Sanremo. E’ emozionante, ma capisci anche quanta responsabilità hai sulle spalle”. Si passa, poi, alla vittoria a Sanremo Giovani: “Va bene così non è una canzone orecchiabile per la radio e l’ho scritta mentre mamma stava cucinando la pasta”, racconta. Poi sul premio rivela: “La Palma di Sanremo l’ho messa vicina ad un libro di Coelho”.

Poi si passa alla famiglia: “Ammiro molto la mia famiglia anche se ho scelto una strada diversa dalla loro poi mio padre, ancora oggi, si alza e va a lavorare. I miei genitori continuano ad amarsi e il valore dell’amore me l’hanno trasmesso loro. Sono fortunato perché ho avuto due genitori che hanno sempre creduto in me”. Infine racconta un episodio di pochi mesi fa: “La scorsa estate sono stato in viaggio per un mese in Europa. Se chiamavo casa? Ogni tanto, ma volevo staccare, stare da solo”. (fonte VIENI DA ME)

 

In questo articolo parliamo anche di: