Rai, referendum sul direttore generale Masi: vince la sfiducia 1.314 voti contro 77

Pubblicato il 17 Novembre 2010 15:41 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 15:42

Mauro Masi

Con 1.314 no, 77 sì, 29 schede bianche e 18 nulle, vince la sfiducia al direttore generale della Rai Mauro Masi nel referendum programmato dall’Usigrai.

Su 1.878 aventi diritto al voto sono stati 1.438 i voti validamente espressi. Mancano però i voti di Venezia che per un problema burocratico postale non sono arrivati in tempo, dunque è come se non avessero votato. Nella scheda ai votanti veniva chiesto: ”Alla luce delle politiche aziendali esprimi fiducia al direttore generale Mauro Masi?”. Lo spoglio delle schede è avvenuto questa mattina a Roma.

Duro il commento di Masi: ”Come tutte le cose prive di rilevanza formale e sostanziale, il voto Usigrai (associato alla consueta compagnia di giro) può essere solo o una manifestazione politica o un tentativo di intimorire”. ”Obiettivo fallito – sottolinea il dg – in entrambi i casi. Il primo perché non c’era certo bisogno di questo costoso evento per sapere come è schierata politicamente Usigrai e soprattutto nel secondo caso perché ci vuole ben altro e ben altri personaggi per provare solo ad intimorirmi. Anzitutto ciò non può che far rafforzare il mio impegno per una Rai autenticamente pluralista e con i conti in ordine e ciò anche per tutelare il lavoro e i posti di lavoro dei giornalisti dell’azienda”.