Nadia Toffa, il giorno del funerale. Il parroco: “Come Gesù è stata amata e odiata”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Agosto 2019 19:10 | Ultimo aggiornamento: 16 Agosto 2019 20:50
La foto di Nadia Toffa (foto Ansa)

(foto Ansa)

ROMA – Venerdì 16 agosto è stato il giorno dei funerali di Nadia Toffa. Le esequie sono state celebrate da padre Maurizio Patriciello, il parroco simbolo della lotta alla “Terra dei Fuochi”.

“Nadia – ha spiegato il sacerdote sui social – ha voluto che fossi io a celebrare il suo funerale. Mi costa molto, ma vado a Brescia volentieri e con grande riconoscenza. Partirò nel pomeriggio di Ferragosto per trovarmi in chiesa alle 10,30 del 16. Ho il dovere di portarle tutto l’affetto e la gratitudine degli abitanti della Terra dei fuochi”.

Un lungo applauso e poi il silenzio rispettoso. Così alle 10:25 piazza del Duomo di Brescia ha accolto il feretro dell’ex Iena all’ingresso in cattedrale. Da tutta Italia sono arrivati a Brescia per salutare la conduttrice scomparsa martedì, stroncata da un cancro a 40 anni. In chiesa c’è chi è arrivato in autobus anche dalla Puglia, da Taranto, viaggiando per tutta la notte. “Siamo qui – hanno detto in piazza – per rendere omaggio all’onestà di Nadia che ci ha insegnato a lottare a testa alta senza paura”. Tra migliaia di persone comuni anche tanti colleghi della Tv de Le Iene e dei programmi Mediaset.

In chiesa a Brescia il feretro di Nadia Toffa è stata accolta dal parroco di Caivano (Napoli), Maurizio Patriciello,con gli amici che hanno indossato una maglietta con la scritta Ie «jesche pacce pe te!», in tarantino “Io esco pazzo per te” in un progetto benefico. “Nadia era dalla parte dei deboli – ha ricordato dal pulpito don Maurizio -. Come Gesù è stata amata e odiata. Pagheremo la voglia di giustizia e verità come ha fatto Nadia, amata per la sua sete di verità. Hai saputo fare del tuo lavoro una missione”.

“Abbiamo un debito di riconoscenza verso questa ragazza – ha detto don Maurizio -. Nadia, sei stata capace di mettere l’Italia sottosopra unendo il Nord e il Sud, la Terra dei fuochi con Brescia. In questi giorni mi sono arrivati centinaia di messaggi. Sei entrata nel cuore di tutti e non perché eri un volto della tv. Nadia è stata amata, non solo stimata”.

“Ci aveva convinto che da questo cancro sarebbe guarita, era impossibile dire di no a Nadia Toffa – ha spiegato Max, uno degli autori della trasmissione Mediaset -. Lei ti dava tutto completamente, aveva questo modo di parlare e dava per scontato che tu avresti fatto questa cosa con lei. Ed oggi hai unito gli amici, i tuoi colleghi, la tua famiglia, la tua famiglia delle Iene. Senza di te niente sarà più come prima. Sei magica, ciao”. La messa si è chiusa tra gli applausi commossi e con Hallelujah di Leonard Cohen intonata all’uscita del feretro. 

Fonte: Agi.