Sanremo: 600mila euro a Fazio, 350mila alla Littizzetto. Brunetta: “La Rai pubblichi i compensi”

Pubblicato il 14 Febbraio 2013 19:45 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2013 19:45
Seconda serata del 63esimo Festival di Sanremo

Fabio Fazio e Lucina Littizzetto (LaPresse)

SANREMO (IMPERIA) – La 63 esima edizione del Festival di Sanremo è stata organizzata risparmiando circa il 10% rispetto alle altre edizioni.

L’intero budget Rai per la kermesse sanremese infatti, quest’anno si aggira attorno ai 18-19 milioni di euro. I costi sono stati ufficialmente presentati in una conferenza stampa che si è tenuta prima del festival. Stando a quanto previsto, parte dei costi sarà coperta dagli introiti pubblicitari (circa 16 milioni), mentre i restanti dal canone.

Oltre ai costi complessivi richiesti dalla manifestazione, nei giorni scorsi l’attenzione si è spostata sul compenso dei due conduttori del Festival che si dovrebbe aggirare intorno al milione di euro in due così divisi: 600 mila euro a Fabio Fazio e circa 350 mila a Luciana Littizzetto. Si tratta di cifre enormi ma comunque più basse rispetto ai compensi dei conduttori del passato.

A titolo di esempio, Morandi lo scorso anno percepì 800 mila euro: Bonolis, nella sua edizione, circa un milione, la stessa cifra che andò alla  Michelle Hunziker che fece la valletta nel 2007.

Intanto, nonostante quest’anno si sia tirata la cinghia, le polemiche non sono mancate. A scatenarle è stato Renato Brunetta: l’ex ministro della Funzione Pubblica ha chiesto alla presidente della Rai Anna Maria Tarantola e al direttore generale Luigi Gubitosi, di” pubblicare sul sito web della Rai, e sui titoli di trasmissione, necessariamente prima e durante il prossimo Festival della canzone italiana, i costi e i compensi che l’azienda si è impegnata a riconoscere alla direzione artistica a quanti prenderanno parte alla trasmissione”.