Suburra 2, Filippo Nigro racconta l’aggressione a Giuliano Ferrara

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2019 14:56 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2019 14:56
Suburra 2, Filippo Nigro racconta l'aggressione a Giuliano Ferrara

Suburra 2, Filippo Nigro racconta l’aggressione a Giuliano Ferrara (Ansa)

ROMA – Filippo Nigro e l’aggressione a Giuliano Ferrara. L’attore di Suburra 2 racconta a Il Fatto Quotidiano la sua aggressione al giornalista. “Ma non eravamo lucidissimi”, dice. Racconta di quando con un gruppo di amici aggredirono il noto giornalista per le vie di Roma. Un caso, che, come fa notare il giornalista del Fatto, si è subito trasformato in “politico”. “Con un gruppo di amici stavamo per strada a chiacchierare, a un certo punto vediamo passare Ferrara, da poco nominato ministro del primo governo Berlusconi, a passeggio con la moglie e il cane; e così, a cacchio, abbiamo iniziato a insultarlo”. Nigro racconta di quanto lui e i suoi amici non fossero per niente lucidi. 

Il racconto dell’aggressione prosegue con la domanda su quali insulti avessero lanciato nei confronti di Ferrara: “Detto di tutto, lui come niente fosse, neanche una minima reazione, poi uno di noi balbetta la parola magica: ‘Ri-riii-riiinnegato!’. Silenzio improvviso. Ferrara immobile. E molla il cane alla moglie, torna indietro e gli dà una pizza (schiaffo) in faccia”. A quel punto, inizia il parapiglia. Il gruppo di amici con Nigro salta addosso al giornalista “ricordo la sua mole incredibile, non riuscivo a fermarlo, le mie braccia affondavano nella sua pancia, mentre la moglie piagnucolava: ‘Ogni sera la stessa storia, non possiamo più uscire di casa’”.