Tony Dallara: “Sono su una sedia a rotella. Ho passato sei mesi in ospedale e non posso muovermi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2021 14:40 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2021 14:40
Tony Dallara

Tony Dallara: “Sono su una sedia a rotella. Ho passato sei mesi in ospedale e non posso muovermi”

Tony Dallara, 84 anni, oggi ospite a Oggi è un altro giorno, è stato ricoverato per sei mesi e ora ha difficoltà di movimento. Il cantante si muove solo in sedia a rotelle.

“Hanno trovato un neo che ho dovuto togliere. Avrei voluto essere ma il dottore mi ha detto di dover riposare per cinque-sei giorni ed è quello che sto facendo. Verrò il sabato venturo”, aveva rivelato in collegamento con Sabato Italiano, spiegando le ragioni della sua assenza.

Tempo fa era stato Memo Remigi a rivelare che l’amico stava male: “È stato il mio idolo. Non sta per niente bene, sta messo male. Questo uomo ha rappresentato per me un punto di arrivo e lo imitavo perché era il mio punto di riferimento, il mio cantante preferito”. 

Tony Dallara, vaccino a domicilio negato. Costretto a noleggiare un’ambulanza

Tony Dallara, al secolo Antonio Lardera, aveva chiesto a marzo di poter fare il vaccino anti-Covid a domicilio: “Mia figlia aveva fatto la prenotazione per me, specificando che avrei avuto bisogno del servizio a domicilio perché di recente ho trascorso sei mesi in ospedale e non posso muovermi”, raccontò a La Repubblica.

Una richiesta però negata. Il cantante, che vive a Milano, per poter recarsi in ospedale, è stato costretto a noleggiare un’ambulanza visto che le compagnie di taxi non permettono di scegliere la vettura: “Ho pagato 125 euro e sono andato a farmi vaccinare. Mi hanno detto che per ricevere la seconda dose dovrò ripetere la stessa trafila. Ho chiesto che almeno la seconda iniezione venga fatta a casa, ma mi hanno risposto che è impossibile. Dato che la prima dose è stata somministrata lì, dovrò tornare nello stesso ambulatorio per il richiamo. Con un’altra ambulanza e pagando altri 125 euro”.