Corea del Nord, soldati che spaccano mattoni con la testa alla expo dell’esercito per Kim Jong-un VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2021 15:05 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2021 15:08
Corea del Nord, soldati che spaccano mattoni con la testa alla expo dell'esercito per Kim Jong-un VIDEO

Corea del Nord, soldati che spaccano mattoni con la testa alla expo dell’esercito per Kim Jong-un

Soldati che spaccano mattoni con la testa e piegano sbarre di ferro davanti agli occhi gaudenti del leader della Corea del Nord Kim Jong-un. E’ questa una delle tante dimostrazioni di forza dell’esercito di Pyongyang che si sono avute alla “Self-Defense 2021”, inedita esposizione dedicata agli arsenali di auto-difesa del Paese eremita destinati a crescere fino alla costruzione di un “esercito invincibile”. 

La esposizione dei soldati e dei missili in Corea del Nord

La Corea del Nord non ha organizzato una parata militare per i 76 anni della fondazione del Partito dei Lavoratori, ma in occasione del 10 ottobre, una delle principali festività nel calendario di Pyongyang, il leader Kim Jong-un ha voluto questa expo dell’esercito. 

Il Rodong Sinmun ha diffuso una serie di foto interessanti del leader in visita alla manifestazione, la prima del suo genere dalla sua salita al potere di fine 2011.

L’esibizione di fronte a Kim Jong-un

Il leader è circondato da militari, funzionari e missili balistici a corto, medio, lungo raggio ed intercontinentali, tra i quali si vede anche un suo enorme ritratto e l’alta e nuova uniforme militare bianca da commander-in-chief.

Kim, secondo l’ampio e variegato resoconto dei media ufficiali, ha detto di provare “orgoglio senza fine” quando ha toccato i missili, ribadendo la natura di deterrenza del suo arsenale, perché chi critica il suo programma sugli armamenti è un ipocrita.

“Pyongyang ha il diritto di rafforzare le sue forze armate, proprio come fa la Corea del Sud”, accusata di applicare “doppi standard”.

I missili mostrati a Kim Jong-un alla esposizione in Corea del Nord

In mostra, in base alle immagini disponibili, è visibile il più grande missile balistico intercontinentale (Icbm) non ancora testato e conosciuto ufficiosamente come Hwasong 16.

Sono stati mostrati anche quelli lanciati lo scorso mese: il vettore ipersonico Hwasong-8, un missile cruise a lungo raggio, uno con un sistema di lanciatore montato su un treno e un missile terra-aria.

Eppure, parlando domenica in occasione della fondazione del Partito dei Lavoratori, Kim aveva ammesso la necessità di migliorare le condizioni di vita delle persone dato che il Paese, pur dotato di armi nucleari, è alle prese con la peggiore crisi alimentare da oltre un decennio, definendo “l’indipendenza delle masse popolari” come l’essenza della costruzione socialista ed esortando i funzionari a risolvere i problemi alimentari e abitativi delle persone.