Proteste George Floyd, negozio sta per essere saccheggiato: chiedono aiuto alla Polizia. Che li arresta VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2020 13:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2020 13:23
george floyd polizia california

Proteste George Floyd, negozio sta per essere saccheggiato: chiedono aiuto alla polizia. che li arresta

ROMA – Van Nuys è una cittadina che si trova nel distretto di Los Angeles ed è al centro delle proteste di questi giorni scoppiate in tutti gli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd.  

Come accaduto nelle altre città americane prese d’assalto, alcuni uomini hanno intenzione di saccheggiare un negozio in questo caso gestito da afroamericani.

Un gruppo di uomini si schiera con tanto di fucili davanti all’entrata per non far entrare i saccheggiatori.

A questo punto viene chiamata la Polizia.

Gli agenti però, prima non vedono i proprietari del negozio che si sbracciano chiedendo aiuto, poi arrestano chi si era messo a difesa del negozio, invece di cercare i giovani che volevano saccheggiarlo.

In tutto questo trambusto è presente sul luogo la reporter della Fox che prova a dire ai poliziotti che i saccheggiatori sono gli altri, ma gli agenti le dicono di restare in silenzio.

Si aggrava intanto la posizione di Derek Chauvin, l’agente di Polizia accusato della morte di Floyd, l’afroamericano di 46 anni deceduto per asfissia durante un fermo a Minneapolis.

Il procuratore generale ha riqualificato l’accusa in omicidio volontario non premeditato.

Ora Chauvin rischia sino ad un massimo di 40 anni di carcere, secondo il capo di imputazione depositato in Tribunale (fonte: Repubblica, YouTube).