Obama e Internet: dopo YouTube ora usa Twitter

Pubblicato il 2 Aprile 2010 11:20 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2010 11:20

In Italia Silvio Berlusconi ha appena scoperto Facebook, ma in America Barack Obama ha costruito fin dall’inizio la sua fortuna politica con l’abilità nell’uso di Internet.

Dal suo celebre discorso “Yes, We Can” diffuso su Youtube e diventato addirittura una hit musicale, il presidente Usa conosce benissimo le potenzialità del web. Appena entrato alla Casa Bianca ha istituito un “New Media Team” che ha occupato quattro stanze e ha poi usato ogni mezzo virtuale a disposizione per diffondere l’attività del suo governo. Obama carica infatti le foto dei suoi incontri e dei suoi viaggi su Flickr e i suoi discorsi su ITunes e YouTube. L’ultima frontiera è ora Twitter, il sito di microblogging.

La mente della nuova strategia della rete è il portavoce Robert Gibbs: è stato lui a pensare a Twitter come lo strumento ideale per far sapere a tutti i navigatori online le novità della Casa Bianca, attraverso i 140 caratteri di ogni singolo “post” pubblicato. Alla domanda perché proprio Twitter, Gibbs ha risposto: “Perché è il mezzo più veloce per far circolare le notizie, visto che quando si manda una email non si è mai sicuri che arrivi”.