Gilet Gialli, scontri e devastazioni e Parigi. Edificio dato alle fiamme. Il ministro dell’Interno: “Sono assassini”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 marzo 2019 16:10 | Ultimo aggiornamento: 16 marzo 2019 20:19
Gilet Gialli, scontri e devastazioni e Parigi. Edificio dato alle fiamme. Il ministro dell'Interno: "Sono assassini" (foto Ansa)

Gilet Gialli, scontri e devastazioni e Parigi. Edificio dato alle fiamme. Il ministro dell’Interno: “Sono assassini” (foto Ansa)

ROMA – Scontri e momenti di tensioni al diciottesimo sabato di protesta dei Gilet Gialli in Francia. A Parigi, sugli Champs-Elysees, gli scontri fra black bloc e polizia sono iniziati alle 11 del mattino.

Il bollettino drammatico. Il celebre ristorante di lusso Fouquet’s è stato preso d’assalto e completamente devastato all’interno. Altri negozi sono stati attaccati e le vetrine svuotate. Tre macchine della polizia sono state assaltate da alcuni manifestanti. Saccheggiata la gioielleria Bulgari. Un palazzo è stato dato alle fiamme. Almeno undici i feriti. Una donna con il suo bambino, rimasti intrappolati al secondo piano, sono stati salvati in extremis dai pompieri. Tra i feriti ci sono anche alcuni poliziotti.

“Non si tratta né di manifestanti né di casseur, questi sono solo assassini. Hanno risposto all’appello alla violenza di alcuni leader dei gilet gialli – ha detto il ministro dell’Interno, Cristophe Castaner – Hanno deciso, come canto del cigno, di venire ad attaccare Parigi ma noi li abbiamo anticipati e rispondiamo colpo su colpo”. I manifestanti, ha annunciato Castaner, sono “fra i 7 e gli 8.000, fra cui 1.500 ultraviolenti”.

Fonte: Ansa.