Omicidio Barnett, un nuovo testimone: “La moglie di Restivo sapeva troppi dettagli”

Pubblicato il 23 Novembre 2010 15:34 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 15:36

Danilo Restivo

Un nuovo testimone racconta che il pomeriggio in cui venne uccisa Heather Barnett, la moglie di Danilo Restivo, Fiamma, gli raccontò dettagli dell’omicidio che fino a quel momento poteva conoscere solo la polizia. La Barnett venne uccisa nel 2002 a Bournemouth, Inghilterra, e per la sua morte è imputato Danilo Restivo, sospettato di aver ucciso, nel 1993 la studentessa di Potenza Elisa Claps.

“Quel pomeriggio – ha raccontato il testimone intervistato dal programma Terra! – stavo tornando a casa. Vedo le luci blu, molta agitazione. Vado alla villetta di Fiamma, sono poche decine di metri. Suono. Fiamma viene ad aprire, si socchiude la porta alle spalle. I bambini di Heather hanno trovato la madre morta dietro la porta d’ingresso, mi racconta, “tagliata”, e mi fa un segno sui seni, nel bagno di casa”.

Le modalità dell’omicidio e i dettagli li conoscevano solo gli inquirenti. Come mai Fiamma sapeva tutti questi particolari? “Fiamma mi disse che i bambini di Heather erano lì da lei, a casa sua, li stavano sentendo due ufficiali della polizia del Dorset. Tutti attorno al tavolo del salotto”, ha detto anche il testimone.