Sciopero del personale Lufthansa: 9mila passeggeri a terra, disagi a Fiumicino

Pubblicato il 31 agosto 2012 15:02 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2012 15:03
Sciopero Lufthansa

(LaPresse)

ROMA – Otto ore di sciopero, 9mila passeggeri a terra. Il personale di bordo della Lufthansa ha incrociato le braccia il 31 agosto all’aeroporto di Francoforte, in Germania. Decine di voli sono stati cancellati, sia in arrivo che in partenza, con grandi disagi per i passeggeri. Lo sciopero di 8 ore è scattato dopo il fallimento dei colloqui tra il sindacato Ufo e la compagnia di bandiera tedesca. Disagi sono stati registrati anche all’aeroporto di Fiumicino, dove sono stati cancellati 3 voli in arrivo e 3 in partenza per Francoforte.

Aumento del 5%, no al personale a temo determinato e niente trasferimento di addetti alla nuova compagnia regionale low cost, creata appositamente da Lufthansa. Queste le richieste del sindacat alla compagnia aerea, che alle richieste ha risposto con un unica offerta: solo un aumento del 3,5%.

Fallito il tentativo di colloquio, il sindacato ha indetto lo sciopero, ottenendo un’adesione dell’80%. Oltre 180 voli in arrivo o partenza da Francoforte, sia a corto che a medio raggio, sono stati cancellati. Tra i voli cancellati anche alcuni a lungo raggio verso gli Stati Uniti. Il sindacato Ufo ha poi annunciato che continuerà ad organizzare scioperi di breve durata fino a quando non sarà riaperto il dialogo con la compagnia.