Vedova inglese truffata su Facebook da “amante italiano”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Ottobre 2015 17:01 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2015 17:01
Vedova inglese truffata su Facebook da "amante italiano"

Vedova inglese truffata su Facebook da “amante italiano”

LONDRA – Una vedova inglese di 52 anni, sola, e con problemi di disabilità. Chrissie Williams, di Bath, è stata la vittima perfetta di un approfittatore, un uomo che su Facebook si è finto un giovane italiano innamorato di lei. Salvo spillarle 1200 sterline.

Chrissy ha deciso di rendere pubblica la sua storia per cercare di aiutare altre donne (e uomini) potenziali vittime di “scherzi” del genere. La donna mesi fa è stata contattata da un uomo sconosciuto su Facebook che si è presentato come Matteo Pozzelli, un nome di fantasia.

I due iniziano a scriversi, a confidarsi, di giorno e di notte. Matteo si presenta come un italiano, con studi a Londra, e un lavoro in Ghana. Racconta di una serie di sfortune economiche e inizia subito a chiedere soldi, piccole cifre di 100 o 150 sterline. Chrissy manda puntualmente quei soldi tramite Western Union anche con sacrifici personali, arrivando a vendere la fede nuziale del defunto marito.

Fino alla richiesta più esosa: i soldi per un biglietto aereo per Londra. Chrissy paga ma si insospettisce quando viene contattata da un presunto agente di Pozzelli che le dice che l’uomo aveva subito un incidente ed era in coma. A quel punto lei va dalla polizia per chiedere aiuto, ma gli agenti le spiegano che è vittima di una truffa. Le foto che Pozzelli le ha inviato sono tutte prese da internet.

A quel punto lei gli scrive e gli racconta tutto. Matteo reagisce male, sparisce. Chrissy si è ripresa da questa brutta storia, dopo essersi a lungo vergognata per la sua ingenuità. Ora spera di aiutare altre persone.