Villeurbanne, coltellate ai passanti: un morto e nove feriti. Fermato aggressore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Agosto 2019 18:27 | Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2019 20:33
Villeurbanne, coltellate ai passanti: un morto e sei feriti. Un fermato, altro in fuga

Un poliziotto francese in una foto d’archivio ANSA

LIONE – Una 19enne è stato ucciso a coltellate e almeno altre nove persone, di cui tre in gravi condizioni, sono rimaste ferite Villeurbanne, vicino Lione, nei pressi della stazione della metropolitana di Laurent Bonnevay. L’uomo, un 33enne richiedente asilo afgano, era armato di coltello e di spiedo da cucina.

Le autorità privilegiano la pista criminale, anche se la Procura antiterrorismo “resta in osservazione”. Gli inquirenti propendono per un autore solitario delle aggressioni, contrariamente a quella della presenza di un complice, come era sembrato in un primo momento.

Si ignorano del tutto i motivi che hanno spinto l’uomo ad agire e le indagini si svolgono a 360 gradi ma sono stati esclusi regolamenti di conti o scontri fra tifosi (non lontano sorge lo stadio dove, al momento dei fatti, stava per cominciare la partita Lione-Bordeaux). 

La furia dell’aggressore si è scatenata poco prima delle 17 alla fermata Laurent Bonnevay: “Ho visto un tipo alla fermata del 57 che ha cominciato a dare coltellate da ogni parte – ha detto ai giornalisti una ragazza sotto shock e con la canottiera sporca di sangue – è riuscito a colpire all’addome una persona. A un ragazzo ha dato una coltellata in testa, a una signora ha quasi staccato un orecchio”. Di fronte alla furia, i passanti si sono rifugiati ovunque, soprattutto negli autobus.

A Lione si è registrato l’ultimo attentato, in pieno centro, lo scorso maggio, quando un pacco bomba lasciato da un giovane in bicicletta è esploso ferendo 14 persone. Il sospetto, un algerino radicalizzato, Mohamed Hichem Medjoub, fu subito arrestato. Agli inquirenti, disse di aver giurato fedeltà all’Isis. (fonte ANSA)