Caselle, Palmieri e il lenzuolo sulla nonna: “Poverina, non doveva morire”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2014 13:43 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2014 13:44
Caselle, Palmieri e il lenzuolo sulla nonna: "Poverina, non doveva morire"

Caselle, Palmieri e il lenzuolo sulla nonna: “Poverina, non doveva morire” (Foto Ansa)

TORINO – Sul corpo martoriato di Emilia Campo Dall’Orto, la nonna di Caselle di cui Giorgio Palmieri ha confessato l’omicidio, c’era un lenzuolo. Un lenzuolo e simbolo di rispetto e pentimento per quanto fatto, dicono i criminologi. Un pentimento confermato anche nella confessione di Palmieri, che agli inquirenti si è detto dispiaciuto: “Povera nonnina, lei non doveva morire”.

Palmieri ha confessato l’efferato triplice omicidio nella villetta di Caselle, un raptus omicida scatenato per motivi di soldi e vecchi rancori nei confronti della famiglia Allione. Una confessione fiume dopo l’arresto di Palmieri a Torino, nella casa di un amico in cui si era rifugiato dopo il delitto.  “Sono sconvolto e provato”, ha detto Palmieri agli inquirenti, prima di dirsi “sollevato” per aver confessato l’omicidio compiuto.