Codice della strada, come cambia: multe triplicate, alcolock ed ergastolo della patente

Tra le novità, norme più severe sull’uso dei cellulari alla guida e per chi da ubriaco è responsabile di reati come la fuga dopo un incidente stradale. Inasprita anche la revoca della patente che, in caso di recidiva, non viene solo sospesa ma revocata a vita.

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Settembre 2023 - 09:29
codice della strada

foto ANSA

È atteso oggi, 18 settembre, sul tavolo del Consiglio dei ministri il nuovo disegno di legge che inasprirà le sanzioni verso chi compie gravi violazioni al codice della strada. Il testo, dal titolo “Interventi in materia di sicurezza stradale e delega per la revisione del Codice della strada”, torna in Cdm dopo il passaggio in Conferenza unificata e dopo il via libera del governo inizierà l’iter parlamentare e potrebbe diventare legge già in autunno.

Le nuove norme del Codice della Strada

Tra le novità, norme più severe sull’uso dei cellulari alla guida e per chi da ubriaco è responsabile di reati come la fuga dopo un incidente stradale. Inasprita anche la revoca della patente che, in caso di recidiva, non viene solo sospesa ma revocata a vita. “È un testo di estrema urgenza e importanza – dice il ministro dei Trasporti Matteo Salvini – visto il ripetersi dei tanti, troppi drammatici episodi che funestano le cronache, è una battaglia di civiltà non di una parte politica ma di tutto il Paese”.

Cellulari alla guida

Multe più salate per chi supera i limiti di velocità, mentre per chi usa il cellulare alla guida, la multa viene triplicata: potrà arrivare fino a 1.600 euro. Pugno duro anche sugli alcolici, con l’introduzione del divieto assoluto per i conducenti già condannati per reati specifici e l’obbligo di installare il cosiddetto “alcolock”, che impedisce l’avvio del motore se il tasso alcolemico del guidatore è superiore allo zero. Per chi guida avendo assunto droghe la positività al test rapido farà scattare immediatamente il ritiro della patente e successivamente anche il divieto di conseguire il titolo di guida per tre anni.

Monopattini e biciclette

Sono previste, poi, nuove norme sui monopattini, con l’obbligo di casco, targa e assicurazione. Quelli in sharing non potranno funzionare al di fuori delle aree consentite. Severe sanzioni per la sosta selvaggia, per la guida in contromano e su strade extraurbane particolarmente trafficate e pericolose.Tra le novità c’è quella di ampliare le aree con le piste ciclabili e individuare zone a priorità ciclabile con limite di velocità a 30 chilometri orari. Per gli automobilisti obbligo di almeno un metro e mezzo di distanza per superare un ciclista.

Sanzioni più elevate nel nuovo codice della strada

Nonostante i limiti di velocità siano rimasti invariati, diventano più aspre le sanzioni per chi li viola: fino a 1.400 nei casi più gravi. Per i neopatentati passano a 3 (da 1) gli anni di guida obbligatoria prima di potersi mettere al volante di un’auto di grossa cilindrata. E se un minorenne viene scoperto alla guida senza patente e ubriaco o drogato, dovrà aspettare fino ai 24 anni di età per guidare un’auto.