Ecopass: a Milano più di un milione di multe in un anno

Pubblicato il 29 aprile 2009 16:21 | Ultimo aggiornamento: 29 aprile 2009 16:26

Doveva servire a ridurre l’inquinamento e il traffico milanese. Ma l’introduzione dell’Ecopass nel capoluogo lombardo ha avuto anche un altro “effetto collaterale”, almeno per le casse del Comune: l’entrata (per ora solo virtuale) di 88 milioni di euro. Una sorta di piccolo “tesoretto”, derivato dal milione e 260 mila multe (da 70 euro l’una) comminate nel primo anno dall’entrata in vigore del pedaggio anti-smog: l’intero 2008.

La cifra è, in realtà, ancora un punto interrogativo perché sono tantissimi i cittadini che stanno facendo ricorso per vedere annullati i propri verbali. Un trend incoraggiato dalle numerose sentenze positive dei giudici di pace, che tendono ad applicare il principio della “continuazione”: chi ha ricevuto molte contravvenzioni deve pagare le prime tre a prezzo maggiorato, ma non è costretto a pagare le successive. Favorevole a una “moratoria” dei plurimultati il capogruppo in Consiglio Matteo Salvini (Lega Nord), che ha proposto a Palazzo Marino di annullare i verbali del 2008.

Un anno che ha registrato un incremento degli incassi relativi alle multe stradali di 12 milioni e 600 mila euro rispetto al 2007, toccando la vetta dei 149 milioni e 700 mila euro. L’ondata di contravvenzioni, del resto, non accenna a fermarsi: a gennaio 2009 i verbali staccati hanno toccato i 54 mila 500 al mese.

Sara Grattoggi
(Scuola Superiore di Giornalismo Luiss)