Professore senza mascherina al liceo: la preside chiama i carabinieri, multa di 400 euro al professore senza mascherina

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 3 Marzo 2021 14:21 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2021 14:29
Mantova, professore senza mascherina al liceo: la preside chiama i carabinieri, multa di 500 euro

Mantova, professore senza mascherina al liceo: la preside chiama i carabinieri, multa di 500 euro (Foto d’archivio Ansa)

Mantova: il professore non porta la mascherina in classe. La preside alla fine chiama i carabinieri e lui si è beccato 400 euro di multa. Un docente di storia e filosofia del liceo di scienze applicate Fermi si ostinava a tenere le lezioni davanti ai suoi studenti senza mascherina. Incurante della situazione contagi della zona. Per dire, la Regione Lombardia ha decretato la zona arancione rafforzata per 18 Comuni della provincia.

Mantova: il professore si ostinava a non tenere la mascherina in classe

Nonostante i continui richiami da parte della preside ha sempre fatto finta di nulla. Rispondendo che coprirsi naso e bocca sia pericoloso per la salute, più del virus. Già, sosteneva che fosse pericoloso a causa dell’anidride carbonica prodotta dalla respirazione e non smaltita.

Mantova: la preside chiama i carabinieri per il professore no mask

Ieri, però, la preside, Marianna Pavesi, stanca del suo atteggiamento ha chiamato i carabinieri in classe. I quali, di fronte all’ennesimo rifiuto del professore di indossare la mascherina, gli hanno elevato una multa di 400 euro.

Il professore no mask di Mantova è recidivo

E’ la seconda volta in pochi giorni che M.M. di Mantova, giovane professore in servizio al Fermi da quest’anno, incappa in questa sanzione. A questo punto, risulterebbero inevitabili i provvedimenti disciplinari nei suoi confronti, ma anche oggi la preside si trincera dietro il più stretto riserbo e si rifiuta di parlare con i giornalisti e nemmeno di dire se oggi l’insegnante sia ancora al suo posto o meno.

Bocche cucite anche all’Ufficio scolastico provinciale di Mantova dove la vicenda sta creando molto imbarazzo. Sul piede di guerra le famiglie degli studenti alle prese con un comportamento da parte del docente che va avanti da mesi e che ritengono non più tollerabile. Viste le proteste è lecito attendersi a breve un provvedimento disciplinare nei confronti del professore che ancora ieri, anche dopo l’ennesima multa, ostentava tutta la sua contrarietà alla mascherina in classe. 

I carabinieri che hanno multato il professore No Mask di Mantova

Per il momento non vi è alcun aspetto penale nella vicenda del professore no mask. Ad affermarlo è il capitano dell’Arma Gianfranco Galletta del comando della compagnia di Mantova. “Il docente – ha spiegato – ieri non ha opposto alcuna resistenza e non si è rifiutato di firmare il verbale e, quindi, la violazione resta di tipo amministrativo. Potrebbe, però, essere allontanato dalla scuola, ma questo compete ad un’altra autorità. Eventuali provvedimenti disciplinari, infatti, dovranno essere presi dalla dirigente scolastica o dal provveditore”.

L’ufficiale dei carabinieri ha precisato che “la sanzione comminata al professore ieri è stata di 400 euro (non di 500 come sembrava in un primo momento), che potrebbe scendere a 280 euro nel caso venisse pagata entro cinque giorni”.

Il docente era già stato sanzionato con 400 euro di multa. “La settimana scorsa – ricorda il capitano Galletta – ero al Fermi per una conferenza sulla legalità. In quell’occasione mi è stato segnalato il comportamento anomalo del docente. Sono stato invitato a controllare e l’ho trovato in sala mensa senza mascherina. Al che, visto anche il suo rifiuto ad indossarla, gli ho elevato la multa”. “Ieri, invece, è stato trovato senza mascherina mentre faceva lezione in classe. La sua recidiva – ha precisato – non ha comportato alcun inasprimento della seconda sanzione”.