Sardegna da Covid Free a Sos Covid: scuole chiuse e Comuni contro Regione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2020 11:35 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2020 11:43
Sardegna da Covid Free a Sos Covid e Coronavirus: scuole chiuse e Comuni contro Regione

Sardegna da Covid Free a Sos Covid: scuole chiuse e Comuni contro Regione (Foto d’archivio Ansa)

La Sardegna da covid free a regione in pericolo: i Comuni si lamentano e le scuole chiudono.

Ricordate la Sardegna Covid free? Sembrano passati secoli, invece erano solo poche settimane fa. Addirittura il governatore Solinas (in vista delle vacanze estive) voleva che i turisti esibissero una sorta di certificato di immunità. Poi il caso Costa Smeralda ad agosto: ma era pur sempre Covid “da importazione”. E adesso…139 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. 

L’ultimo bollettino mette la Sardegna subito sotto le regioni “grandi malate” (Campania, Lombardia, Lazio). E ora i sindaci lamentano una mancanza di strategia a livello regionale. E chiudono sempre più scuole.

I sindaci della Sardegna e la strategia anti Covid (che non c’è)

Sindaci della Sardegna “lasciati soli nella decisione di nuovo lockdown senza una strategia almeno regionale. Il virus non ha confini continentali figuriamoci se li può avere comunali”. Lo denuncia su Facebook il presidente dell’Anci regionale Emiliano Deiana, dicendosi “seriamente preoccupato sul Covid19 perché siamo solo al 28 settembre”.

Tra le ragioni, (che argomenta schematicamente il giorno dopo che diversi sindaci dell’Isola hanno scelto di chiudere nuovamente tutto nei loro paesi o di dare lo stop alle lezioni a causa dell’impennata dei contagi in diversi centri) Deiana inserisce lo “sbraco estivo”.

“Discoteche, assembramenti, locali, feste e festicciole, pranzi trimalcionici, matrimoni, sposalizi, anniversari di matrimonio, cresime, ippodromi, calci e calcetti dilettantistici etc.”. Ma punta il dito anche contro la politica e le istituzioni che – scrive – “si sono ‘sedute’ sugli allori dell’isola Covid free e sono prevalse tendenze minimizzatrici se non smaccatamente negazioniste”.

Secondo il presidente dell’Anci Sardegna inoltre il sistema sanitario regionale non reggerà “l’urto di una diffusione elevata della pandemia” visto anche che “durante il periodo di ‘pace’ non si sono predisposte le necessarie terapie intensive basate su un ritorno prepotente della malattia”. Inoltre – attacca – “non si sono volute aprire scuole e ‘punti scolastici’ nei paesi per limitare il pendolarismo e gli assembramenti sugli autobus, perché non si può”. Infine sostiene che “non c’è una campagna scientificamente coordinata dalle strutture sanitarie di tamponi e test seriologici sulla popolazione”.

Scuole chiuse in Sardegna

Scuole chiuse in diversi Comuni della Sardegna per il riacutizzarsi dell’emergenza Coronavirus. Come rilevato dai quotidiani locali i sindaci hanno disposto lo stop alle lezioni non solo nel nuorese e Ogliastra – Gavoi e Ollolai in testa, Tertenia e Bitti -, ma anche nel Sud Sardegna, a Villaperuccio, Castiadas, Gonnesa e Perdaxius.

Chiusi anche singoli istituti ad Alghero e Villa San Pietro. E a Isili dove la chiusura del plesso scolastico che ospita la scuola dell’infanzia e la scuola primaria dell’Istituto Comprensivo è dovuta ad un caso di positività accertato. Le lezioni riprenderanno la settimana prossima con diverse date decise dai primi cittadini. (Fonte Ansa)