Tav, talpa entra nella galleria di Chiomonte: scavi iniziano a metà ottobre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2013 14:35 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2013 14:36
Tav, talpa entra nella galleria di Chiomonte: scavi iniziano a metà ottobre

Il cantiere Tav di Chiomonte (Foto LaPresse)

TORINO – La talpa che eseguirà lo scavo della Tav Torino-Lione è entrata nel tunnel di Chiomonte il 23 settembre. I lavori inizieranno a metà ottobre e scaverà i 220 metri per la creazione della galleria in tre settimane circa. Il costo complessivo del tunnel è di 143 milioni di euro, Iva esclusa, di cui 65,5 finanziati dalla Ue. L’Italia contribuisce con 50,75 milioni, la Francia con 26,75.

Le operazioni si stanno svolgendo in un clima sereno e senza intoppi. La talpa, una maxi-fresa da 10 milioni di euro arrivata in estate e assemblata in cantiere, dovrà completare i 7,5 chilometri della discenderia che, oltre a dare ulteriori informazioni sulla struttura del massiccio montuoso attraversato dal Tav, porterà al livello della futura galleria da 57 chilometri che collegherà Italia e Francia.

Per completare lo scavo, iniziato lo scorso novembre con tecniche tradizionali, ci vorranno ancora quattro anni. La maggior parte del materiale di scavo sarà convogliato fuori dal tunnel da nastri trasportatori e poi portato nel deposito interno al cantiere, esteso su oltre sette ettari tra Chiomonte e Giaglione, che a fine lavori saranno rinaturalizzati.

Nel cantiere lavorano su tre turni circa ottanta persone, appartenenti ad una decina di aziende – in prevalenza della Valsusa -. Il completamento dei lavori creerà occupazione per circa un centinaio di lavoratori diretti.