Influenza A, la Gran Bretagna dichiara finita la pandemia

Pubblicato il 8 Febbraio 2010 14:40 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2010 17:01

La Gran Bretagna ha visto in costante diminuzione le infezioni da virus H1N1 e quindi ha detto addio all’allerta da Influenza A. In tutto, i morti sono stati 411 e sono in costante diminuzione, cifra certamente inferiore a quanto ci si aspettava alcuni mesi fa quando si parlò del rischio di avere fino a 65 mila morti.

In Germania invece, le morti sono state 216 e i contagiati al 1 febbraio erano circa 220 mila. Il più alto numero di infezioni è stato registrata in Baviera (43.800) e nel Nord Reno-Westfalia, con 41 mila.

Anche il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha riferito che la pandemia è stata lieve e che vi è una riduzione costante del numero di infezioni. Günther Dettweiler del Robert Koch Institute mette però in guardia: «Il fatto è che c’è stata una notevole diminuzione del numero di casi nelle ultime settimane. Le pandemie però nel passato si sono verificate in diverse ondate e non si può escludere che ciò accada di nuovo».

«Una pandemia di questo tipo – continua Dettweiler – riguarda una situazione globale. Lo stato può anche dichiararla finita, ma tutte le decisioni spettano alla Organizzazione mondiale della sanità».

Finora il virus ha causato la morte di 14 mila persone in tutto il mondo. I paesi più colpiti sono gli Stati Uniti con circa 2.500, il Brasile con 1.600, l’ India con 1.100 e il Messico con 900.