Isis, famiglia di Jihadi John costata mezzo milione di euro a Stato britannico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2015 11:31 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 11:31
Isis, famiglia di Jihadi John costata mezzo milione di euro a Stato britannico

“Jihadi John” con l’ostaggio James Foley

LONDRA – La famiglia di “Jihadi John”, il tagliagole con accento inglese dell’Isis, è costata allo Stato britannico 400mila sterline (circa 550mila euro) in vent’anni. E’ quanto rivela il Daily Mail, quantificando il prezzo di vent’anni di vita da rifugiati nel Regno Unito.

Perché la famiglia di “Jihadi John”, all’anagrafe Mohammed Emwazi, è infatti una famiglia che ha trovato asilo politico a Londra, arrivando dal Kuwait nel 1996, scappando dopo essersi schierata a favore dell’invasione irachena del 1990.

Una volta in Gran Bretagna, la famiglia Emwazi ottiene anche che lo Stato (e quindi i contribuenti) le paghi le case in cui ha vissuto in affitto per vent’anni. Tutt’ora, rivela il Daily Mail, il Comune di Westminster sta pagando 450 sterline a settimana (che all’anno fanno l’equivalente di 32mila euro) per il canone di affitto dell’ultima casa della famiglia di Jihadi John. Questo nonostante le leggi prevedano che il sostegno all’affitto duri non più di 13 settimane.

Il Mail cita anche un appartamento da 1,4 milioni di sterline dove la famiglia Emwazi ha vissuto nel quartiere signorile di Maida Vale dal 2005 al 2007. E prima ancora un appartamento da 600mila sterline vicino al celebre campo da cricket “Lord’s Cricket Ground”.

Tra “Jihadi John” e il padre, però, non sembra corresse buon sangue. Un altro quotidiano britannico, il Telegraph, ha pubblicato la trascrizione di una telefonata avuta tra Emwazi senior e un suo collega in cui l’uomo racconta di aver ricevuto una chiamata dal figlio in cui questi gli annunciava di voler diventare il boia dello Stato Islamico e gli chiedeva la benedizione. Jaseem Emwazi, il padre di “Jihadi John”, gli avrebbe risposto così: “Vaffanc… Spero tu muoia prima di arrivare in Siria”.