Russia, fa un incidente e si perde per strada un cadavere senza testa. 23enne confessa: “Sono un cannibale”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Novembre 2021 15:47 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2021 15:47
Russia, fa un incidente e si perde per strada un cadavere senza testa. 23enne confessa: "Sono un cannibale"

Russia, fa un incidente e si perde per strada un cadavere senza testa. 23enne confessa: “Sono un cannibale” (foto d’archivio Ansa)

Prende un dosso con la macchina e dal cofano schizza fuori un cadavere senza testa. Tutto è successo nei pressi di Sortavala, una cittadina nel nord della Russia.

Chi è il cannibale

L’uomo alla guida dell’auto, il 23enne Yegor Komarov, alla fine si è arresto. In macchina con il 23enne c’erano altre due persone.

Nel cofano la polizia ha trovato anche vanghe, corde e sacchi. I tre evidentemente volevano seppellire il cadavere in un bosco della zona.

Agli agenti il ragazzo con tutta calma ha spiegato: “Sono un cannibale“. E ancora: “In generale mi piace uccidere la gente”. Queste, almeno così sostengono dalla Russia, sono state le sue parole.

La confessione del 23enne 

Il 23enne ha poi confessato anche un precedente omicidio, quello dell’artista Arkadi Kazinyan, la cui scomparsa è stata segnalata lo scorso anno a San Pietroburgo.

“Quando è morto – ha detto il 23enne durante l’interrogatorio – ho assaggiato il sangue e la carne. Ma la carne era difficile da tagliare, perché il coltello era spuntato e comunque non mi piaceva il sapore”. 

Komarov poi ha spiegato di aver tagliato la lingua di Kazinyan e di averla cucinata ma di non aver gradito: “Probabilmente un’altra parte del corpo sarebbe stata meglio”.