Turchia, Erdogan incontra manifestanti: in piazza ancora scontri e lacrimogeni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2013 1:41 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2013 1:41
Turchia, Erdogan incontra manifestanti: in piazza ancora scontri e lacrimogeni

Turchia, Erdogan incontra manifestanti: in piazza ancora scontri e lacrimogeni (Foto Ansa)

ANKARA – Ancora scontri nella notte ad Istanbul e nel centro di Ankara, dove la polizia in tenuta antisommossa ha lanciato lacrimogeni contro i manifestanti. Il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha incontrato la sera del 13 giugno alle 22 ora italiana, le 23 a Istanbul, una delegazione di manifestanti. E mentre nella residenza di Erdogan si parla, nelle piazze si combatte.

I nuovi scontri sono stati registrati in una zona non lontana dalla residenza del premier dove si sta svolgendo il primo incontro tra Erdogan e i manifestanti incaricati dalla piazza di rappresentare le richieste del movimento. Cinque dimostranti sono stati fermati dalla polizia e gli agenti per disperdere la folla hanno usato anche gli idranti. Tra la decina di dimostranti a colloquio con il premier ci sono artisti, rappresentanti della società civile e due delegati della piattaforma Taksim.

Ma se quella di Erdogan sembra un apertura, il pugno duro e la minaccia di far sgomberare con la forza Gezi park non cessano. Davanti ai manifestanti che protestavano a difesa del parco di Istanbul, Erdogan ha inviato i bulldozer. Lacrimogeni e idranti non bastavano a mostrare la forza contro la protesta che ormai da giorni imperversa in tutta la Turchia.