Multe, bolli, tasse rifiuti… Governo abbona mille euro di non pagato (2000-2010)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 ottobre 2018 9:30 | Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2018 11:35
Multe, bolli, tasse rifiuti... Governo abbona mille euro di non pagato (2000-2010)

Multe, bolli, tasse rifiuti… Governo abbona mille euro di non pagato (2000-2010)

ROMA – E’ uno stralcio totale quello in arrivo per le mini-cartelle sotto i mille euro. L’ultima bozza del decreto fiscale che accompagnerà la manovra finanziaria prevede cioè la cancellazione automatica dei debiti più vecchi, quelli accumulati tra il 2000 e il 2010.

Debiti che comprendono, oltre a quelli con il Fisco, anche le multe e i tributi locali, come il bollo auto, la tassa sui rifiuti o il pagamento dell’Ici sulla casa: nei mille euro di soglia massima sono inclusi capitale (cioè l’importo del tributo evaso), sanzioni e interessi. 

L’ipotesi di cancellazione è ancora allo studio, tanto che nell’ultima bozza di decreto la misura figura solo come titolo, senza articolato dettagliato. L’obiettivo è quello di liberare il ‘magazzino’ della ex Equitalia di un quarto dei crediti non riscossi, cancellando il 25% delle cartelle.

Una sanatoria, quindi, un condono che, al di là degli interessi o delle opportunità contingenti (“pace fiscale”), incrina il corretto rapporto tra Fisco e contribuente, disincentivando il secondo dal pagare il dovuto perché tanto prima o poi un colpo di spugna cancellerà l’obbligo. Poco etico, dunque, ma anche poco lungimirante: adesso chi pagherà più nelle forme e nei tempi prescritti?