Dieta e calorie contate? Stanchezza inutile, meglio rinunciare alle grandi abbuffate

Pubblicato il 4 agosto 2010 11:27 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2010 11:27

Non mescolare carboidrati e proteine, mangiare solo cibo magro, anzi no: meglio pesce e verdure. Con questi confusi leit motiv di magazine e dietologi improvvisati sull’alimentazione, non si sa più quante calorie mangiare. Secondo un sondaggio inglese, pubblicato dal Daily Mail, il 63 per cento delle persone non ha idea di quanto e come nutrirsi per stare in salute e soprattutto in forma.

Se alcuni sono sicurissimi che per le donne bastano 2000 calorie e per gli uomini almeno 2500, in realtà dipende dallo stress fisico cui si è sottoposti e anche dal clima. Quindi a chi affidarsi per perdere peso? Secondo l’esperta di obesità Zoe Harcombe non bisogna di certo ossessionarsi con la calcolatrice e contare le calorie di ogni pasto che facciamo. “Non serve a perdere peso, anzi dobbiamo toglierci dalla testa che mangiare meno serva a qualcosa se non a farci diventare più affamati, stanchi e con il metabolismo sempre più a terra”, assicura.

In pratica il diktat per indossare la taglia giusta è mettere al bando le grandi abbuffate, scegliere i cibi giusti per il proprio fisico e fare un po’ di attività.