Iraq, Isis uccide 3 gay gettandoli da palazzo. Folla li finisce a sassate FOTO CHOC

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2015 10:13 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2015 10:13

MOSUL (IRAQ) – Tre omosessuali sono stati uccisi dall’Isis in Iraq in maniera assurda: sono stati buttati giù da un palazzo davanti ad una folla esultante. Prima di essere gettati giù, queste tre persone sono state tenute sospese  per le caviglie. Nessuno dei tre, una volta a terrà è morto per l’impatto: sono stati finiti a sassate dalla folla di spettatori.

Non è la prima volta che l’Isis uccide in questo modo uomini accusati di omosessualità: addirittura spesso vengono organizzati dei finti appuntamenti per smascherarli e catturarli. Le immagini anche questa volta sono state diffuse online come propaganda per lo Stato islamico. A riprenderle è stato il Daily Mail e Blitz Quotidiano ve le ripropone ricordando che sono forti e sconsigliate al pubblico più sensibile.

Per incoraggiare la folla, i militanti si preoccupano di lasciare pietre vicino ai luoghi in cui si posiziona la folla. La partecipazione a questi eventi è molto alta: in tanti affrontano ore di viaggio dalle città vicine per poter assistere alle esecuzioni. Anche alle donne, segregate in casa dallo Stato Islamico, viene dato un permesso speciale per uscire.

 

5 x 1000