Conte a Di Maio: “Luigi, questo lo posso dire?”. Lui: “No” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 giugno 2018 9:00 | Ultimo aggiornamento: 7 giugno 2018 10:28
Conte a Di Maio: "Luigi, questo lo posso dire". Lui: "No"

Conte e Di Maio in aula a Montecitorio (Ansa)

ROMA – Giuseppe Conte chiede aiuto a Luigi Di Maio durante una pausa del dibattito sulla Fiducia alla Camera. Il presidente del Consiglio [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play], ignaro del fuorionda, ha chiesto a Di Maio: “Questo lo posso dire?”. La risposta del leader pentastellato è stata secca: “No”.

Come mostra il secondo video pubblicato dall‘Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev, Conte ha preso gli appunti e ha cercato sul tavolo i fogli giusti. Il vicepremier-ministro gli ha risposto: “Dai te li cerco io… Hai il microfono aperto”.

Durante tutta la discussione in Aula, Di Maio si è mostrato molto attento e partecipe nel suggerire contenuti ed eventuali modifiche che il presidente ha poi riportato per iscritto sui fogli.

Conte è stato protagonista di diversi scivoloni mentre esponeva alla Camera il suo programma. Sulla giustizia ha parlato di “presunzione di colpevolezza” invece che di presunzione di innocenza, mangiandosi un “non”. Ha poi dimenticato, mentre si diceva “addolorato” per gli attacchi ricevuti dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il nome del fratello del capo dello Stato, Piersanti, assassinato dalla mafia nel 1980, parlando genericamente di “un congiunto”.