Immigrazione: Gasparri, bene Lamorgese che incontrerà anche sindaci piccoli comuni FVG

di Marilena D'Elia
Pubblicato il 3 Settembre 2020 11:22 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2020 11:22
gasparri-ansa

Immigrazione: Gasparri, bene Lamorgese che incontrerà anche sindaci piccoli comuni FVG (foto Ansa)

Immigrazione: il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri approva e ringrazia il ministro Luciana Lamorgese che  incontrerà anche i sindaci dei piccoli comuni del Friuli Venezia Giulia l’8 settembre.

Sindaci esasperati per l’invasione di clandestini,

Maurizio Gasparri aveva fatto presente al ministro Luciana Lamorgese il problema degli immigrati clandestini sul territorio friulano : “Questa estate – ha detto Gasparri- alcuni sindaci, a cominciare da quello di Gonars, esasperati per l’invasione di clandestini, avevano deciso proteste clamorose.

Ho parlato col Ministro Lamorgese sollecitando una sua attenzione a queste vicende e un suo ascolto diretto e personale dei sindaci, anche di piccoli centri.

In quella occasione, con grande cortesia e disponibilità, il Ministro ha detto che avrebbe incontrato gli amministratori, non soltanto filogovernativi o di città importanti.”

Gasparri ringrazia il ministro Lamorgese

“La ringrazio per aver mantenuto l’impegno confermando la visita che si terrà l’8 settembre e sono certo dell’l’impostazione istituzionale dell’incontro, non limitato soltanto ai centri maggiori ma anche all’ascolto di chi ha interrotto azioni di protesta.

Lo dico pubblicamente perché so che la Lamorgese è una persona seria mentre altri non hanno ancora metabolizzato la sconfessione popolare e democratica da parte dei cittadini”.

La visita di Lamorgese

“La visita annunciata per l’8 settembre in Friuli Venezia Giulia del Ministro dell’Interno Lamorgese– ha commentato il senatore forzista- non è la partecipazione alla festa dell’Unità o a un compleanno privato di alcuni esponenti del centrosinistra.”

 

Nel frattempo a Palermo la Ong Sea Watch è pronta a far sbarcare quasi 400 immigrati.

“La Sea Watch sta portando quasi 400 clandestini a Palermo. Saranno trasbordati sulla nave Allegra messa a disposizione dal Governo italiano che continua a sperperare soldi incoraggiando trafficanti e Ong , per aiutare i tassisti del mare e incoraggiare i profitti dei trafficanti di persone del Nordafrica “, commenta il senatore Gasparri

“Una condotta ignobile– prosegue il senatore che continua “Bisogna dare soldi agli italiani disoccupati, aiutare le regioni del Mezzogiorno non sperperare cifre gigantesche per un’accoglienza festosa, allegra e costosissima per i clandestini.”

“Questo Governo aiuta i trafficanti di persone, incoraggia i viaggi della morte, è corresponsabile della strage che rischia di rinnovarsi nel Mediterraneo. Vergogna, vergogna, vergogna”. 

La Sea Watch è una organizzazione tedesca non governativa, umanitaria e senza scopo di lucro. E’ tedesca ed è stata fondata a Berlino nel 2014 dall’imprenditore Harald Höppner e altri volontari. 

Alla Ong Sea Watch fa capo la nave Sea Watch3 capitanata da Carola Rackete che nel giugno 2019 forzò l’approdo a Lampedusa ignorando il divieto di sbarco e speronò una motovedetta della nostra Guardia di finanza.