Mario Improta educatore civico arruolato (gratis) da Raggi. Quello di Lagarde Trojka

di Lucio Fero
Pubblicato il 9 Settembre 2019 9:18 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2019 9:18
Mario Improta (Marione comix) educatore civico arruolato (gratis) da Raggi. Quello di Lagarde Trojka

Mario Improta in una foto Instagram

ROMA – Mario Improta educatore civico. Sì, proprio educatore civico, maestro e testimone di civismo. Lo annunciano in coppia lo stesso Improta e la sindaca Raggi. Il nuovo educatore civico percorrerà Roma per portare nelle scuole civismo e per promuovere “lo sviluppo della coscienza civile”. Nel dare l’annuncio si sottolinea che l’incarico, meglio dire la missione civile è a titolo assolutamente gratuito.

Educatore civico col timbro della sindaca Raggi, chi è Mario Improta? Meglio noto come Marione comix. Ancora qualche dubbio sul chi sia? Un vignettista satirico Marione comix. E la cattedra in civismo e coscienza civile? Ecco i caposaldi e i testi della produzione civile e civilizzante dell’uomo chiamato dalla sindaca ad educazione civile insegnare.

Renzi? “Verme parassita perenne”. Punto. Socrate, al confronto intollerante, non regge appunto il confronto con Marione comix. Verme parassita perenne: così si insegna a civilmente trattare l’avversario politico. Ma c’è di meglio.

Prodi? “Voto Sì al referendum con l’euro non vi ho in…abbastanza”. I puntini sospensivi li abbiam messi noi, nella sua schietta predicazione di civiltà Marione comix non li ha usati ad offuscare il concetto. Quale grazia, quale intaglio nella coscienza civile che neanche Michelangelo nel marmo…E quale spessore dell’analisi economica. La lezione è chiara, quasi dantesca: l’euro è l’inferno, Prodi un demone sadico. E il linguaggio, il vocabolario scelto e padroneggiato da Marione comix, davvero una manifestazione di raffinata ironia al servizio della cultura e disciplina del civismo. Ce n’è, ce n’è ancora.

Lagarde? “Juncker, damme n’artro litro che stasera me sento molto Trojka”. Così il pennello di Marione comix che neanche Leonardo con la Gioconda. L’enigmatico, l’eterno, l’infinito e il reale in un solo tratto e quindi la storia, la politica, il sociale, l’economia in una sola fervida battuta, in una sola originalissima immagine del vignettista: la Lagarde femmina ubriaca che fa la trojka. Civismo sublime. Poi forse c’è il meglio.

Boschi? “Questa non la saluto, ma la vedi: senza un filo di cellulite…sta stronza”. L’invidia, il fiele e da supporre anche la cellulite della Boschi nel cenacolo sociale affrescato da Mario Improta. La “questa” non salutata in vignetta dalla Boschi Grimilde? Chi è la Cenerentola senza cellulite? Virginia Raggi ovviamente.

Mario Improta, quello della Lagarde ubriaca che si sente Trojka, educatore civico per conto della Raggi sindaca di Roma. Incarico a titolo gratuito, ci mancava solo che fosse pagato.