Diabete di tipo 2: terapia a luce rossa riduce i livelli di zuccheri nel sangue

di redazione salute
Pubblicato il 3 Marzo 2024 - 14:30
terapia a luce rossa

terapia a luce rossa, foto archivio ANSA

Il diabete di tipo 2 continua a colpire milioni di persone in tutto il mondo. Recentemente, uno studio ha sollevato l’interessante possibilità che la terapia a luce rossa possa giocare un ruolo significativo nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue, offrendo nuovi modi di terapia per coloro che affrontano questa sfida quotidiana.

Il diabete di tipo 2, responsabile della stragrande maggioranza delle diagnosi di diabete, è una condizione complessa che richiede un approccio multifattoriale per il trattamento e la gestione. Farmaci e modifiche dello stile di vita, tra cui dieta ed esercizio fisico, costituiscono la base del trattamento. Tuttavia, nuovi studi e ricerche offrono continuamente nuovi approcci per affrontare questa sfida.

Uno studio recentemente pubblicato sul Journal of Biophotonics ha portato alla luce una nuova prospettiva nel trattamento del diabete di tipo 2: la terapia a luce rossa. I ricercatori della City University di Londra hanno esaminato gli effetti di questa terapia su 30 partecipanti sani, scoprendo che la luce rossa riduceva significativamente i livelli di zucchero nel sangue dopo l’assunzione di una bevanda zuccherata.

La terapia a luce rossa utilizza la luce a bassa lunghezza d’onda o luce del vicino infrarosso per mirare a specifiche aree del corpo. Questa luce penetra attraverso la pelle fino ai mitocondri all’interno delle cellule, aumentando la produzione di energia e ottimizzando il funzionamento e la riparazione delle cellule stesse.

I partecipanti allo studio che hanno ricevuto la terapia con luce rossa hanno mostrato una riduzione significativa dei livelli di zucchero nel sangue, suggerendo un potenziale impatto positivo su coloro che lottano con il diabete di tipo 2. Anche se lo studio è stato condotto su individui sani, i ricercatori ritengono che questa terapia possa essere altrettanto efficace per coloro che vivono con il diabete.

Oltre al suo potenziale nel trattamento del diabete di tipo 2, la terapia con luce rossa è stata associata a una serie di altri benefici per la salute, tra cui il trattamento delle rughe, delle cicatrici e di condizioni della pelle come l’acne e la psoriasi. Gli scienziati stanno esplorando anche il suo utilizzo potenziale in ambito oncologico e nella gestione di condizioni come l’artrite e l’alopecia.

Sebbene lo studio sia stato condotto su una piccola scala e su individui sani, i risultati suggeriscono un futuro promettente per la terapia a luce rossa nel trattamento del diabete di tipo 2. Ulteriori ricerche sono necessarie per confermare questi risultati e comprendere appieno il potenziale di questa innovativa forma di terapia.