Un virus che porta meningite diffuso dalle zanzare in Australia, regole valide anche da noi: vestirsi di bianco

Un virus che porta meningite diffuso dalle zanzare in Australia, regole valide anche da noi: vestirsi di bianco, maniche lunghe, spalmarsi spesso

di Maria Vittoria Prest
Pubblicato il 19 Febbraio 2023 - 06:52 OLTRE 6 MESI FA
virus da zanzare

Zanzara

Un virus trasmesso dalle zanzare può causare meningite o encefalite: è allarme in Australia

Tra i sintomi: stato confusionale, mal di testa, rigidità del collo, tremori, sonnolenza e convulsioni.

Il virus, che può essere mortale, è stato individuato in alcuni siti nelle aree devastate dalle inondazioni del Nuovo Galles del Sud, di Victoria e dell’Australia meridionale. È trasmesso alle zanzare, che poi lo passano all’uomo, dagli uccelli acquatici.

Le autorità sanitarie, considerata la ripresa preoccupante dell’encefalite giapponese, la conferma della presenza del virus nella Murray Valley e il proliferare delle zanzare portatrici dello stesso, hanno lanciato l’allarme.

Inoltre, hanno dato alcune indicazioni ai residenti di quelle zone per proteggersi dal morso ed evitare così il contagio.

Sono regole esposte nello speecifico della emergenza sanitaria australiana. Ma sono interessanti da tenere presenti anche in Italia. Con il caldo della primavera, le zanzare che hanno passato l’inverno del tepore dei ripostigli delle nostre case, cominceranno a svegliarsi e a mordere. Non a caso ci sono persone, ossessionate dai morsi delle zanzare, che tengono in funzione il repellente elettrico anche d’inverno.

La professoressa Nicola Spurrier, responsabile della salute pubblica, ha dichiarato che i cittadini del sud Australia dovrebbero:

  • indossare sempre abiti coprenti di colore bianco o comunque chiaro
  • indossare capi con le maniche lunghe
  • utilizzare sostanze repellenti gli insetti riapplicate dopo alcune ore
  • e tenere presente che queste zanzare di solito sono più voraci nelle prime ore dopo il tramonto e poco prima dell’alba.

Mentre sembra confermato il dato che nessun essere umano ha contratto la variante della Murray Valley, dal gennaio 2021 in Australia si sono verificati sette decessi per 45 casi della variante giapponese, quasi tutti nel 2022.

Queste varianti vengono monitorate dalle autorità attraverso allevamenti ad hoc di polli deputati proprio per testare la diffusione del virus.

Purtroppo, come dichiarato dalle autorità, non esistono cure per nessuno dei due virus e il vaccino è disponibile solo per la variante giapponese.