Asteroide 2004 BL86 sfiora Terra: ecco quando e come vederlo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Gennaio 2015 17:44 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2015 17:44
Asteroide 2004 BL86 sfiora Terra: ecco quando e come vederlo

Asteroide 2004 BL86 sfiora Terra: ecco quando e come vederlo

ROMA – L’asteroide  record 2004 Bl86 è arrivato con un leggero anticipo rispetto alle previsioni: secondo i calcoli più recenti il suo passaggio ravvicinato alla Terra è stato alle 17,20 italiane, e non alle 17,49. Delle dimensioni di 500 metri, il gigantesco ‘sasso cosmico’ è passato alla distanza di sicurezza di 1,2 milioni di chilometri ed è molto brillante, tanto che per vederlo basta l’aiuto di un binocolo.

”Nel momento del passaggio ravvicinato, però, l’asteroide non sarà ancora visibile dall’Italia. Lo diventerà subito dopo, a partire dalle 18,20”, rileva l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e curatore scientifico del Planetario di Roma. Alle 17,20, infatti, l’asteroide non sarà ancora salito sull’orizzonte. Lo farà un’ora più tardi, ”ma resterà piuttosto basso, immerso nella foschia”.

Converrà quindi cercarlo verso sera, dopo le 20,00, quando sarà a circa 30 gradi sull’orizzonte. ”Bisognerà guardare il cielo verso Sud-Est, ma all’inizio della serata è un po’ impegnativo identificarlo”, osserva Masi. L’asteroide si troverà infatti nella parte di cielo che si trova davanti alla costellazione dell’Idra, povera di stelle celebri. Ma già intorno alle 21,00 sarà più facile vederlo perché si troverà a metà strada fra Procione, la stella più brillante della costellazione del Cane Minore, e Giove, davanti alla costellazione del Leone.

E’ un passaggio memorabile, quello di 2004 Bl86, perchè dovranno passare 12 anni prima che un asteroide simile si avvicini di nuovo alla Terra: solo nel 2027 arriverà 1999 AN10. Guardando agli ultimi 10 anni, poi, sono stati appena 6 gli asteroidi confrontabili a 2004 Bl86. Il 29 settembre 2004 è stata la volta dell’avvicinamento spettacolare di 4179 Toutatis, 10 volte più grande di 2004 BL86, tornato a visitare la Terra nel dicembre 2012, dalla distanza di 7 milioni di chilometri; nel febbraio 2013 è stata la volta di 2012 DA14, passato a circa 30.000 chilometri dalla Terra. Sempre negli ultimi 10 anni ci sono stati anche tre impatti sul nostro pianeta: il 7 ottobre 2008 è stata la volta di 2008 TC3, i cui frammenti sono stati trovati nel Sudan; 2014 AA è entrato nell’atmosfera subito dopo essere stato scoperto ed è caduto nell’oceano Atlantico; il 15 febbraio 2012, infine, è esploso ‘a sorpresa’ un asteroide nei cieli della città russa di Chelyabinsk. .