Emergenza Covid, CISL dalla parte delle donne su cui ricade il peso della crisi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Ottobre 2020 14:16 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2020 14:16
emergenza covid

Emergenza Covid, CISL dalla parte delle donne su cui ricade il peso della crisi

La crisi causata dall’emergenza Covid colpisce tutti indistintamente ma soprattutto le donne che si ritrovano a sostenere il peso delle difficoltà a lavoro come in famiglia.

Anche in questa situazione di piena emergenza causa Covid la differenza di genere è evidente e addirittura sembra amplificarsi.

Lavoratori e lavoratrici – a causa dell’emergenza covid – e almeno chi poteva, hanno lavorato da casa in modalità smart working o più che altro in telelavoro, arrivando a stare davanti al PC più ore del previsto, e a occuparsi dei figli, della loro educazione, istruzione e delle faccende domestiche. Molte donne sono state costrette a rinunciare addirittura al proprio lavoro per sopperire a tutte le incombenze familiari.

“È un problema serio” così commenta la situazione Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl e continua “le difficoltà che ogni famiglia ha affrontato e affronta tutt’ora oggi si riservano in parte maggiore sulle donne per un problema sociale e culturale ancora irrisolto nel nostro Paese”,

Secondo Annamaria Furlan “il divario rispetto ad altri paesi europei è molto evidente. Con le scuole chiuse a causa del Coronavirus sia le donne che hanno continuato a lavorare sia quelle che lavorano da casa si sono ritrovate amplificate le difficoltà di conciliazione che da sempre devono fronteggiare. Se poi si aggiunge la questione dei genitori anziani da accudire è evidente che il carico è davvero eccessivo. Ecco perché abbiamo chiesto e Governo e continuiamo a farlo di prendere seriamente in considerazione la situazione delle donne di oggi in Italia attraverso misure e aiuti concreti”.