Ciclismo, Giro del Delfinato e della Svizzera in giugno. Prove generali per il Tour de France

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 6 Giugno 2023 - 11:15 OLTRE 6 MESI FA
ciclismo

Foto Ansa

Ciclismo senza soste. Due giri in preparazione dell’iconico Tour de France (1-23 luglio, 21 tappe, 3.404 km, salite a volontà, arrivo a Parigi). Due giri da anni considerati quali prove generali della Grande Boucle: Delfinato e Svizzera.

Giro del Delfinato (4-11 giugno)

Edizione n.75, otto tappe, da Chambon-sur-Lac a  Grenoble, Francia sud-orientale, ai confini della Savoia e della Provenza. Percorso affascinante e grandi campioni al via come Alaphilippe, Vingegaard (vincitore dell’ultimo Tour),Bernal, Carapaz, Adam Yates, Mas. Dieci gli azzurri in gara: Zambanini, Bagioli, Piccolo, Ciccone, Trentin, Milesi, Conci, Boaro, Garofoli e Antonio Nibali. Favorito il danese Jonas Vingegaard   che però ha perso alla seconda tappa il fido scudiero KRUIJSWIJK. Un bek guaio per la Jumbo Visma e il suo capitano, soprattutto in ottica Tour. Prestigioso l’albo d’oro del Delfinato. L’anno scorso ha vinto Primoz Roglic. E spiccano plurivincitori come Hinault e Cris Froome. Senza dimenticare leggende come Anquetil, Poulidor, Eddy Merckx, Indurain, Wiggins.

Giro della Svizzera (11-18 giugno)

È l’edizione n.90. Otto tappe: partenza da Einsiedeln (40 km da Zurigo) con una cronometro di 12,7 km e arrivo a San Gallo, sede di una seconda cronometro di 25,7 km. Tanti i big al via, in testa a tutti il belga van Aert e lo spagnolo Juan Ayuso. E poi atleti del calibro di Pidcock, Grmay, Fuglsang, Romain Bardet, Hirschi, Kung e Peter Sagan. Altrettanto prestigioso l’albo d’oro elvetico. Qui hanno corso e vinto campioni come Gino Bartali (1946, 1947),Koblet e Kubler, Eddy Mercks nel 1974, Saronni (1982), Garzelli (1998), Fabian  Cancellara (2009), Rui Costa (2012, 2013, 2014), Bernal (2019), Carapaz (2021), Geraint Thomas (2022).

Tour de France (1-23 luglio)

Prime tre frazioni nei Paesi Baschi (è la 25esima volta che il Tour parte fuori dai confini francesi; la prima volta è stato ad Amsterdam nel 1954). Novità di quest’anno: una sola cronometro di 22 km, tappa n.18. Percorso che favorisce di gran lunga gli scalatori. Le mitiche scalate ci sono tutte : Tourmalet, Puy de Dome, Colombier. Dislivello di 56 mila metri e 4 arrivi in quota. Sono comunque 30 le salite importanti.