Lega Serie A: Cardinaletti al posto del dimissionario Beretta?

Pubblicato il 19 Febbraio 2012 13:28 | Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2012 13:28

ROMA – La Lega di A affronta ufficialmente il problema della successione di Maurizio Beretta alla presidenza nella prossima assemblea ordinaria convocata per venerdi’ 2 marzo. Otto societa’ (Bologna, Cagliari, Cesena, Inter, Lecce, Novara, Palermo e Siena) hanno infatti ufficialmente richiesto di ”porre in discussione la formalizzazione delle dimissioni del presidente Beretta”. In pratica chiedono di votare una vera e propria mozione di sfiducia che, in caso di successo, puo’ essere seguita da ”elezione del Presidente della Lega”.

Era nell’aria da qualche settimana la volonta’ di un gruppo di societa’ medio piccole piu’ l’Inter di rompere gli indugi e di sfiduciare Beretta, peraltro da tempo dimissionario e rimasto in carica su richiesta della maggioranza per consentire una scelta condivisa e un ricambio ”non traumatico”.

La contestazione a Beretta era emersa col clamoroso abbandono dei presidenti del Cagliari, Massimo Cellino, e del Palermo, Maurizio Zamparini, nell’assemblea del 23 gennaio che tentava di nominare Enrico Preziosi alla carica di vice presidente vicario lasciata vacante da Rosella Sensi.

Da qui al 2 marzo si trattera’ di capire se la decisione di sfiduciare subito Beretta col rischio anche di restare senza presidente diventera’ maggioranza e, soprattutto, di capire se le societa’ sapranno trovare una alternativa a Beretta condivisa da tutti. Tra i nomi possibili c’e’ sempre quello di Andrea Cardinaletti, ex presidente e attuale commissario del Credito Sportivo.