Roma eliminata dalla Champions, passa il Porto: Dzeko e Florenzi sbagliano, VAR fa discutere

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 6 marzo 2019 23:48 | Ultimo aggiornamento: 7 marzo 2019 0:38
Roma eliminata dalla Champions, passa il Porto: Dzeko si divora gol qualificazione, Florenzi trattenuta punita dal VAR

Roma eliminata dalla Champions, passa il Porto: Dzeko si divora gol qualificazione, Florenzi trattenuta punita dal VAR. EPA/FERNANDO VELUDO

OPORTO – Champions League, ritorno degli ottavi di finale: Porto-Roma 3-1 (andata 1-2), gol: Soares al 26′, Daniele De Rossi su rigore al 36′, Marega al 51′, Alex Telles su rigore al 115′. 

Roma eliminata dalla Champions: Dzeko e Florenzi sbagliano, VAR fa discutere

Roma eliminata dalla Champions League. I giallorossi non sono riusciti a replicare il cammino da sogno dello scorso anno. La squadra allenata da Eusebio Di Francesco non è riuscita a difendere il 2-1 della gara d’andata. I giallorossi hanno perso con lo stesso risultato ad Oporto e nel corso dei supplementari hanno incassato la rete che li ha eliminati su rigore. Tiro dagli undici metri assegnato con l’ausilio del var per una leggera trattenuta di Florenzi su Fernando. Prima di questo episodio chiave, Dzeko ha avuto due palle comode per regalare la qualificazione alla Roma ma le ha sciupate malamente. A pochi secondi dal fischio finale, Schick viene steso in area da Marega. L’arbitro ricorre al silent check del VAR. Dopo alcuni secondi di attesa, il fischietto turco decide di non concedere il rigore alla Roma decretando la sua eliminazione.

Il Porto inizia con il piede giusto. Al 2′, Herrera si è liberato dalla marcatura di Nzonzi e ha tirato con potenza, con il destro, il suo tiro è uscito di un soffio a Robin Olsen battuto. Al 4′, la Roma ha gettato alle ortiche una ottima ripartenza. Diego Perotti ha sbagliato la rifinitura per Edin Dzeko e Felipe ha spazzato via la palla per scacciare il pericolo. Al 9′, Alex Telles sfrutta un disimpegno errato di Rick Karsdorp per andare al tiro ma la Roma è fortunata ed il suo tiro finisce sull’esterno della rete.

Al 26′, il Porto è passato in vantaggio con Soares. Manolas ha perso una brutta palla a centrocampo, il Porto è ripartito in velocità, Marega ha centrato il pallone per Soares che ha segnato a porta praticamente vuota. Al 35′, Perotti, su assist di Daniele De Rossi, è stato steso da Militao e l’arbitro ha assegnato il calcio di rigore alla Roma. Dagli undici metri si è presentato Daniele De Rossi e non ha sbagliato spiazzando Iker Casillas. Il primo tempo è terminato sul punteggio di 1-1. 

Al 51′, il Porto è tornato nuovamente in vantaggio con Marega. Il centravanti della squadra portoghese è stato dimenticato clamorosamente dalla difesa della Roma e ha insaccato in rete da due passi. All’85’, Pepe sbaglia un disimpegno difensivo e Perotti si presenta da solo davanti a Casillas ma spara clamorosamente sul fondo. Non succede più nulla e le squadre vanno ai tempi supplementari.

Al 110′, Dzeko ha sui suoi piedi la palla della qualificazione. Dopo aver vinto un rimpallo con Pepe, si è presentato davanti a Casillas ma ha sparato alto sopra la traversa. Al 111′, Dzeko sbaglia un altro gol piuttosto semplice. Cristante lo ha messo in porta, Dzeko ha superato Casillas con un pallonetto troppo lento e Pepe ha avuto il tempo di raggiungere il pallone per spazzarlo via. Al 115′, il Porto ha segnato il gol qualificazione con Alex Telles su calcio di rigore. Il tiro dagli undici metri è stato assegnato dall’arbitro Cakir dopo aver consultato il var per una trattenuta di Florenzi ai danni di Fernando. Non ci sono dubbi sulla trattenuta ma sulla posizione del calciatore del Porto che forse aveva una spalla in fuorigioco. La Roma perde 3-1 e saluta la Champions League. 

Porto-Roma 3-1, gli highlights della partita