Sanremo, 5 Big a rischio eliminazione: Bluvertigo, Neffa…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Febbraio 2016 2:23 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2016 2:23
Sanremo, 5 Big a rischio eliminazione: Bluvertigo, Neffa...

Sanremo, 5 Big a rischio eliminazione: Bluvertigo, Neffa… (Foto Ansa)

SANREMO – Zero Assoluto con Di me e di te, Dear Jack con Mezzo Respiro, Neffa con Sogni e Nostalgia, Bluvertigo con Semplicemente e Irene Fornaciari con Blu. Sono loro i cinque Big a rischio eliminazione alla fine della quarta serata del Festival di Sanremo 2016 trasmessa in diretta su Rai 1 la sera del 12 febbraio.

Il televoto stabilirà quale dei 5 sarà salvato e riammesso alla finale, a cui invece hanno accesso diretto gli altri concorrenti in gara: Alessio Bernabei, Rocco Hunt, Noemi, Valerio Scanu, Elio e Le Storie Tese, Arisa, Clementino, Enrico Ruggeri, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, Francesca Michielin, Dolcenera, Lorenzo Fragola, Annalisa, Stadio, Patty Pravo.

Francesco Gabbani, l’eliminato per caso, ha vinto il girone Giovani del Festival di Sanremo con Amen”, davanti a Chiara Dello Iacovo, Ermal Meta e Mahmood. A Miele, che era stata illusa di aver sconfitto proprio Gabbani, è rimasta la consolazione di aprire la quarta serata del Festival di Sanremo.

5 x 1000

Lo show di Virginia Raffaele ha avuto per protagonista Belen, una delle sue interpretazioni più celebri. E’ entrata vestita da suora, poi ha indossato un mini abito vertiginoso e ha esordito rispondendo così alla domanda di Carlo Conti, “qual è il tuo rapporto con Sanremo?”. Ha risposto: “scusa ma questo è gossip, non ho mai avuto rapporti con Sanremo” che poi è stata definita, “un luogo molto comodo, perché ci sono migliaia di paparazzi e non c’è bisogno di chiamarli”.

Ha anche inventato “il paparazzo a mano”, un fotografo contorsionista portato dentro una valigia per evitare lo shock provato all’aeroporto di Los Angeles, quando “sono arrivata e non c’era neanche un paparazzo”. Stavolta la showgirl argentina non se la prende e le fa i complimenti: “Dopo Sanremo 2011 e 2012 anche 2016. E’ stato stupendo esserci ancora”.

Gabriel Garko ha esorcizzato la scala entrando in scena da una scala da lavoro e ha anche salutato mamma e papà in platea, Madalina Ghenea ha ispirato a Carlo Conti una citazione di Papa Wojtyla. La bella del festival si è impappinata e ha chiesto scusa “perché il mio italiano non è perfetto”. “Non ti preoccupare Madalina, qualche anno fa un grande uomo disse: se sbaglio mi corrigerete e ci ha dato una grande lezione di vita”, ha risposto Conti.

A far decollare la musica ci ha pensato Elisa: emozionatissima, ha cantato un medley aperto da “Luce”, il brano con cui ha vinto a Sanremo nel 2001, poi “L’anima vola” e “Gli ostacoli del cuore”, il brano scritto da Ligabue. Chiusura con il nuovo brano, “No Hero”. Per la musica internazionale, il reggaetton pop di J Balvin e il dj belga Lost Frequencies.

Enrico Brignano ha proposto un monologo sulla paternità – tornando con accenti diversi sul tema di questo festival – condito con qualche spericolata citazione del romanesco. Alessandro Gassman e Rocco Papaleo per la loro presenza al festival hanno preparato un momento tra commedia e musica con citazioni di “Una lacrima sul viso” e “Onda su Onda”.

(Foto Ansa)