George Clooney arrestato davanti all’ambasciata del Sudan: il video

Pubblicato il 16 Marzo 2012 16:44 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2012 16:47

WASHIGTON – La polizia di Washington ha arrestato George Clooney durante una manifestazione di protesta inscenata di fronte all’ambasciata del Sudan. Lo riferisce la Cnn.

Mercoledì l’attore aveva parlato di fronte al Congresso di una “campagna di morte” in corso nel Paese africano. Clooney ha ottenuto che Barack Obama faccia pressioni sul presidente cinese Hu Jintao, sostenitore del sudanese Omar el Bashir. I due leader si vedranno il 26 e il 27 marzo a Seul in Corea del Sud. Clooney, è tornato da poco dall Sud Kordofan, una delle regioni contese tra Sudan e Sud Sudan, dove sono in corso da mesi violenti combattimenti tra le truppe di Khartoum e le forze di Juba.

Il gesto di disobbedienza civile, consistente nel sostare per la protesta sul terreno dell’ambasciata, è costato il fermo anche al padre dell’attore, il 78enne Nick Clooney, e ad altri attivisti, tutti ammanettati e portati via a bordo di un cellulare. “Essere arrestati  è sempre umiliante, non importa cosa tu abbia fatto, ma sono contento di essere qui insieme con mio padre”, ha detto l’attore secondo quanto riporta il twitter di Ann Curry della Nbc. George Clooney ha aggiunto: “Cerco di suscitare l’attenzione (su quanto accade in Sudan, ndr.), il Congresso deve sapere, il presidente deve sapere”.