Santoro difende i No Tav: “Non è guerriglia, ma solo resistenza”

Pubblicato il 2 Marzo 2012 9:04 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2012 9:10

ROMA – Michele Santoro difende i No Tav a Servizio Pubblico: secondo il giornalista, infatti, dalla Val di Susa arrivano “immagini non di guerriglia ma di resistenza alle forze dell’ordine”.

Poi Santoro ha anche commentato le parole del ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, che aveva parlato di “fermezza” da usare contro i No Tav: “Così si afferma l’idea che da una parte c’è lo Stato con le sue leggi e dall’altra gli abitanti della valle che non hanno diritto di partecipare alle decisioni dello Stato. Ma le ragioni dello Stato non devono essere quelle di uno Stato occupante, devono essere razionali…”.

Il rischio, secondo Santoro, è “di fare il gioco di chi scrive quelle frasi deliranti su Caselli, del quale mi onoro di essere amico”.