Tg News, le notizie della settimana: Zingaretti e il titolo di studio, la Nuova Via della Seta, la polemica sul carro-barcone

Giuseppe Avico
Pubblicato il 11 marzo 2019 7:25 | Ultimo aggiornamento: 11 marzo 2019 7:25
Tg News, le notizie della settimana: Zingaretti e il titolo di studio, la Nuova Via della Seta, la polemica sul carro-barcone

Tg News, le notizie della settimana: Zingaretti e il titolo di studio, la Nuova Via della Seta, la polemica sul carro-barcone

ROMA – Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del Pd. Tra il voto e la tanto calda questione Tav, si è accesa una polemica social sullo stesso Zingaretti guidata dal deputato Mario Adinolfi. Quest’ultimo ha dichiarato con un post su Facebook: “Nicola Zingaretti ha la terza media”. Ma è davvero così? Qui non si parla di non avere una laurea, ma perfino non aver mai frequentato il liceo. A prescindere dal fatto che il ruolo di segretario di un partito non è quello di un dirigente pubblico, e che quindi non vi si accede per titoli ed esami, quante chiacchiere inutili si dovranno ancora fare pur di riempire le proprie bacheche social? Zingaretti il diploma ce l’ha. Non chiamate il fratello dunque, il caso è chiuso. Questo è uno dei flash del notiziario video settimanale di Giuseppe Avico. Tre minuti di informazione di ogni genere raccontata e con didascalie.

Nel video poi si parla della Nuova Via della Seta. Un progetto infrastrutturale gigantesco targato Cina che al momento coinvolge 68 paesi e il 65% della popolazione mondiale. Numeri da capogiro. Si parla di strade, ferrovie, porti, centrali energetiche e così via. La domanda è, chi ci guadagna? La risposta è semplice: un po’ tutti ma la Cina molto di più. Però l’Italia se firmasse l’accordo, e questo governo lo farà verso la fine del mese, potrebbe innanzitutto rafforzare i rapporti con la Cina e potenziare l’export, ma di contro assecondare quella penetrazione economica nell’Europa da parte della Cina che la stessa Europa cerca di combattere. Intanto oltreoceano ci mettono in guardia, invogliandoci a non legittimare le vanità economiche cinesi.

Nel video si parla anche della fusione di WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram in un’unica piattaforma di messaggistica volta a proteggere maggiormente i dati dei singoli utenti. E’ già da qualche mese che se ne discuteva, ora è arrivata l’ufficialità proprio da Mark Zuckerberg, papà di Facebook e proprietario di WhatsApp e Instagram. L’idea dunque è quella di porre la privacy al centro di tutto, cercando di rendere sempre più simili Facebook Messenger e Instagram a WhatsApp, che grazie alla sua crittografia end-to-end assicura un elevato livello di privacy.

Infine nel video si parla della polemica sul carro di Carnevale alla sfilata di Formello, in provincia di Roma. Il carro rappresenta un barcone di migranti diretto verso l’Italia con scritte del tipo “Vogliamo Wi-Fi” o ancora “No pago affitto”. Da lì sono piovute le critiche. In primis l’accusa di Marta Bonafoni, capogruppo della lista civica Zingaretti in regione Lazio, che ha parlato di xenofobia, citando anche Matteo Salvini. Poi anche il segretario Pd del Lazio Bruno Astorre che ha tirato in ballo l’istigazione al razzismo, mentre il sindaco di Formello Gianfilippo Santi parla di accuse strumentali.