Afghanistan/ I talebani minacciano nuovi attentati: “Chi vota è un nemico dell’Islam”

Pubblicato il 16 Agosto 2009 12:24 | Ultimo aggiornamento: 16 Agosto 2009 12:24

«Chi vota è un nemico dell’Islam». I talebani continuano a boicottare le prossime elezioni politiche in programma in Afghanistan in programma per il 20 agosto e minacciano di attaccare direttamente i seggi elettorali.

La nuova minaccia è contenuta in alcuni volantini che sono stati distribuiti in vaste aree del paese. Il boicottaggio del voto è una campagna che i taliban portano avanti da tempo ma, con l’avvicinarsi delle elezioni, ora minacciano di passare alle vie di fatto.

Chi andrà a votare, quindi, verrà considerato  alleato del governo e dell’occidente e, di conseguenza nemico dell’islam e potenziale bersaglio degli attentati.

Gli abitanti di vari centri del distretto di Gailan, nella provincia di Ghazni (Afghanistan centrale), hanno reso noto che militanti talebani hanno requisito i certificati elettorali di numerose persone.

Un abitante del villaggio di Maryano ha riferito ai media che «ieri sera una decina di talebani sono entrati qui e hanno sequestrato i certificati elettorali, casa per casa».

Qualche giorno fa, invece, la Commissione elettorale afghana ha ricordato che alcuni dei seggi elettorali resteranno chiusi nelle province di Kandahar, Helmand, Zabul, Maidan Wardak e Ghazni.