Uccisi quattro lupi appenninici nel Foggiano. Le carcasse sono state trovate in un cassonetto per rifiuti alla periferia di Rocchetta Sant’Antonio

Pubblicato il 20 Luglio 2009 18:50 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 19:44

Quattro lupi appenninici, una madre e tre cuccioli, sono stati uccisi e le carcasse sono state trovate in un cassonetto per rifiuti alla periferia di Rocchetta Sant’Antonio.

Il ritrovamento mette di fatto, ancora una volta, sotto accusa anche gli allevatori di ovini che negli ultimi mesi hanno subito attacchi ai loro greggi. Secondo le denunce presentate sarebbero una cinquantina i capi uccisi dai lupi.

Il 16 giugno scorso un’altra carcassa di lupo, ucciso con un fucile, è stato trovato alla periferia di Rocchetta Sant’Antonio. Si tratta sia di un danno patrimoniale, che ammonterebbe a circa 150mila euro, che faunistico perché il lupo appenninico è una vera rarità in provincia di Foggia: venti sarebbero gli esemplari presenti in Capitanata e mille in tutta Italia.

Sull’uccisione dei lupi sono in corso indagini dei carabinieri.