Inna, la Femen a Parigi: “Dopo Strauss-Kahn anche in Francia c’è bisogno di noi”

Pubblicato il 12 settembre 2012 14:55 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2012 14:55
femen

(Foto Lapresse)

PARIGI – Sono note in tutto il mondo per le loro proteste a seno nudo. Anche se prima del topless c’erano le idee. Sono le Femen, gruppo ucraino femminista.  “All’inizio, le performance le facevamo vestite: non se ne accorgeva nessuno. Adesso ne parlano tutti. Ma non è solo un trucco per avere visibilità. È anche un messaggio. Diciamo agli uomini: per voi siamo solo un corpo, ci volete nude nei vostri letti? Bene, noi siamo nude. Ma non sul materasso: nelle piazze, a protestare. Gli uomini impazziscono, come succede ogni volta che le donne fanno qualcosa che loro non controllano. Per noi, il topless è un’uniforme”, spiega intervistata dalla Stampa Inna Shevchenko, 22 anni. Un tempo giornalista, addetta stampa per il sindaco di Kiev. “Licenziata perché Femen”.

Inna non è più in Ucraina, ma a Parigi. Fuggita dopo che un mattino, alle 6:30,  “ho sentito qualcuno che tentava di buttare giù la porta. Ho afferrato passaporto e telefonino e mi sono buttata dalla finestra. Per fortuna abito, anzi abitavo, al primo piano. Sono scappata, delle amiche mi hanno nascosto e poi messo sul treno per Varsavia. Ed eccomi qui”.

Qualche giorno prima, il 17 agosto, “nel centro di Kiev, come sostegno alle Pussy Riot condannate in Russia, a torso nudo e imbracciando una motosega ho demolito una croce che ricordava i caduti della guerra, simbolo dell’alleanza di Stato e Chiesa in una politica antifemminile. Nessuno ha cercato di fermarmi prima né di arrestarmi poi. Però ho cominciato a essere pedinata dagli agenti dei servizi segreti. Tipico dell’Ucraina”.

Ma a chi crede che la Francia e l’Europa siano molto diverse dall’Ucraina chiarisce subito: “A Kiev, pensavamo che in Francia non ci fosse lavoro da fare per le femministe. L’affare Dsk (Dominique Strauss Kahn, ndr.) ci ha fatto cambiare opinione. Qui ci sono ancora disparità salariali e prostituzione. E infatti esiste una rete di Femen. A Parigi creeremo un centro di addestramento per le Femen di tutto il mondo. I nostri ‘sex attacks’ sono impegnativi. Usare una motosega a torso nudo non è esattamente normale. Né dal punto di vista fisico né psicologico”.

La giovane Inna liquida le femministe francesi: “Cosa fanno? Scrivono libri. Crede davvero che facciano effetto sulla pubblica opinione? Il nostro non è il femminismo tradizionale. È un femminismo che si vede, che irrompe sui media, che dà spettacolo. Il nostro è un femminismo pop! Partecipiamo a festival, manifestazioni o show televisivi. Per esempio, sono stata ospite due volte di quello di Chiambretti. È molto sessista, ma è servito a farci conoscere in Italia. Vendiamo gadget sul nostro sito. E riceviamo offerte da tutto il mondo, anche piccole o piccolissime”.

Sull’origine delle Femen, Inna ricorda che sono nate dopo la la rivoluzione arancione, otto anni fa. Tutti parlavano di democrazia, di diritti, di cambiamento. La delusione è stata terribile. Da vent’anni, da quando è diventata indipendente, in Ucraina comanda sempre la stessa mafia. Ha solo cambiato vestito”. Dice di essere diventata Femen dopo aver letto ‘La donna e il socialismo’ di August Bebel. “È la mia Bibbia”.

In Ucraina è stata arrestata “una quindicina di volte. Il peggio, però, è successo in Bielorussia, a una manifestazione contro Lukashenko a Minsk, vicino all’ex sede del Kgb. Prima hanno picchiato i giornalisti e distrutto le telecamere. Poi hanno caricato noi Femen su un bus e ci hanno portato in giro, legate e bendate, per un giorno intero. Mi dicevano: sai, vero, che fra tre ore sarai morta? Immagina la faccia di tua madre quando le diranno che non ci sei più. Ci hanno rilasciato a sera, in mezzo a una foresta”.

Se ha avuto paura? “Sì, anzi no. Perché mentre mi dicevano che mi avrebbero ammazzata ho pensato: ma allora sto facendo la cosa giusta!”.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other