Valanga in val di Rhemes in Valle d’Aosta, recuperati i corpi dei 3 allievi del corso per guide alpine

Si tratta di Lorenzo Holzknecht, 39 anni, campione di scialpinismo, Sandro Dublanc, 44 anni, maestro di sci di Champorcher e del finanziere Elia Meta, 37 anni, in servizio nella caserma di Entreves.

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Aprile 2023 - 14:31 OLTRE 6 MESI FA
Valanga-val-Rhemes-recpurati-3-corpi-alpini

Foto Ansa

Valanga in val di Rhemes in Valle d’Aosta. Sono stati recuperati i corpi dei tre scialpinisti dispersi sotto una valanga in val di Rhemes, nella zona del Gran Paradiso, in Valle d’Aosta. Sono le aspiranti guide alpine Lorenzo Holzknecht, di 39 anni, campione di scialpinismo, nato a Sondalo e cresciuto a Bormio. Sandro Dublanc, di 44 anni, maestro di sci di Champorcher. Il finanziere Elia Meta, di 37 anni, in servizio nella caserma di Entreves. Le salme sono state portate in elicottero all’aeroporto Corrado Gex di Saint-Christophe (Aosta).

Valanga in val di Rhemes in Valle d’Aosta, recuperati i corpi dei tre allievi del corso per guide alpine

 A dare l’allarme, ieri, il loro istruttore, Matteo Giglio, 49 anni, anche lui travolto ma scampato alla tragedia. Il presidente della Regione Valle d’Aosta, Renzo Testolin, ha espresso il cordoglio del governo regionale e di tutto il Soccorso alpino valdostano per la scomparsa dei tre allievi del corso di formazione per aspiranti guide alpine. “Siamo vicini al dolore delle famiglie e a tutta la comunità delle Guide alpine, rappresentata dall’Unione valdostana guide di alta montagna e alla Guardia di Finanza. Così come la nostra vicinanza, in queste ore, va a tutti i professionisti che, sin da subito, si sono attivati con impegno e dedizione nelle difficili operazioni di soccorso, impegnative anche da un punto di vista emotivo. In relazione all’esito delle ricerche che purtroppo, nonostante tutti gli sforzi profusi, non hanno consentito di salvare le tre giovani vite”.

“Perdiamo tre uomini di montagna”

“Perdiamo tre uomini di montagna – ha aggiunto – che sognavano di proseguire nel loro percorso volto a trasformare la propria passione in professione. La loro scomparsa si inserisce in una serie di tragici incidenti che quest’anno hanno funestato le Alpi e che ci sollecitano a tenere alta l’attenzione e l’impegno riguardo al tema della sicurezza in montagna su cui la Regione intende continuare a investire”.

Forse dovresti anche sapere che…