Fiumicino, cane fugge dalla stiva e blocca la pista dell’aeroporto FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 novembre 2014 13:44 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2014 13:44

ROMA – Cane in fuga blocca la pista dell’aeroporto di Fiumicino (Roma). Il cucciolo è riuscito ad aprire la gabbia ed è fuggito dalla stiva dell’aereo in partenza per Porto. E’ stato inseguito dagli addetti ai bagagli e dagli assistenti di terra. Ma c’è voluta la sua padrona per fermarlo e far tornare la pista alla normalità.

La notizia è raccontata da Mirko Polisano sul Messaggero.

“Il cane era pronto per essere imbarcato sul volo dell’Air Europa diretto a Porto con tappa tecnica a Madrid, ma l’idea di volare tutto il tempo in solitudine tra i trolley non gli andava giù. Come un evaso in fuga dal carcere ha gustato il sapore della libertà, correndo in pista e facendo lo slalom tra velivoli e rampe. Stupore e incredulità per gli addetti al carico bagagli che si sono messi sulle sue tracce. Ma soltanto chi aveva una macchina poteva stargli dietro. Così hanno chiesto aiuto ai colleghi dell’handling dotati di mezzi, che sono riusciti a bloccare l’animale solo dopo quaranta minuti di fuggi fuggi generale.

(…) Gli addetti alla sicurezza e alle operazioni in pista hanno deciso di chiamare la padrona, che era salita da tempo a bordo del boeing e già pronta al decollo verso il Portogallo. La giovane donna, straniera, è prima scoppiata in lacrime, poi si è fatta coraggio ed è riuscita a calmare il suo cucciolo.

Non è la prima volta che succede.

«Anche il mio cane è scappato dalla stiva a Fiumicino – racconta Adriana Fornaro dell’associazione “Liberiamoli” e da sempre impegnata nella tutela e nei diritti degli amici a quattro zampe – è accaduto qualche anno fa, mentre ero in partenza per Napoli. Ha corso per tutta la pista. Solitamente, le gabbiette hanno misure standard che non sempre si adattano alle dimensioni degli animali. Nella stiva, il rumore rimbomba di più ed è più forte e quasi mai i cani riescono a sopportarlo, ecco anche perché cercano di fuggire».

«Per gli animali non sarà comodo viaggiare in aereo», spiega Raffaella Di Carlo, medico veterinario. «Ma non ci sono alternative. Non è il massimo del comfort ma non è neanche scomodissimo. Dobbiamo abituare il cane al trasportino come se fosse la sua cuccia quando viaggia, così sarà per lui tutto più rassicurante. Per la maggior della gente questa però sembra una costrizione. Perché a qualsiasi animale non piace essere spostato e non è un piacere soprattutto quando accanto non ha il padrone e l’ambiente è così diverso da quello di casa sua. Ma non c’è scelta, comunque perché anche in macchina gli animali vanno portati in kennel».

Fiumicino, cane fugge dalla stiva e blocca la pista dell'aeroporto

Fiumicino, cane fugge dalla stiva e blocca la pista dell’aeroporto